The wine italia, il nuovo modo di conoscere il vino. Testata giornalistica in corso di registrazione. Direttore Responsabile Alessandra Conforti. TheWineItalia è un prodotto "Web Mouse Consulting Srl" Strada di Rovereta 42, 47891 Falciano (RSM), e-mail info@thewineitalia.com
Strip Sinistra
Strip Destra
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Condividi nei social network   
ARCHIVIO




Missione Cina:Il Vino Nobile Pronto a Esportare Il Territorio
toscana (siena) montepulciano

pubblicato il 31/10/2013 10:50:51 nella sezione "News Wine"
Missione Cina:Il Vino Nobile Pronto a Esportare Il Territorio

Al via la missione di Montepulciano con destinazione Cina. Comune, Consorzio del Vino Nobile (insieme ad un cospicuo numero di aziende produttrici) e Strada del Vino Nobile hanno messo a punto un intenso programma che, in una settimana, toccherà Pechino, Shangai e Canton, sedi di incontri con operatori del mondo del vino e del turismo, giornalisti ed Istituzioni del grande paese asiatico. Il Consorzio del Nobile proseguirà poi per Hong Kong, dove è in programma la fiera internazionale “Wine & Spirits”.

La delegazione, di cui fanno parte anche imprenditori turistici ed esponenti del mondo della cultura, rappresenterà l’intera Valdichiana come testimonia la realizzazione di una pubblicazione che illustra le caratteristiche di questo territorio. La brochure “Valdichiana nel cuore” (questo il titolo dell’inedito volumetto, che sfrutta il format già positivamente testato con “Montepulciano nel cuore”) è infatti il risultato di un’iniziativa dell’Unione dei Comuni ed è stata realizzata in collaborazione con il Consorzio del Nobile. La novità è rappresentata dall’edizione in lingua cinese che va a colmare una delle lacune maggiormente evidenziate dai professionisti del settore turistico.

Prima tappa del viaggio Pechino, con due appuntamenti programmati per il 1 novembre, entrambi al Reignwood Wine Museum. Nel primo i tre partner istituzionali si presenteranno ai media della capitale cinese, nel secondo importatori e giornalisti saranno ospiti di una degustazione. A Pechino è previsto anche l’incontro del Sindaco Andrea Rossi e dei Presidenti Andrea Natalini (Consorzio) e Doriano Bui (Strada) con i rappresentanti dell’Istituto Italiano di Cultura. Successivamente la delegazione si trasferirà a Shangai, capitale economica della Cina, dove sono ugualmente programmati due incontri, uno di taglio più economico, con gli operatori turistici, ed una degustazione aperta anche al pubblico.

Infine, a Canton, i poliziani renderanno la visita al Maestro Xu Hong Fei le cui sculture sono esposte dal 7 settembre, con grande successo di pubblico, in Piazza Grande e alla Fortezza. L’artista metterà a disposizione di Montepulciano un intero piano del suo atelier presso il quale radunerà giornalisti, operatori del settore vino e turismo ed esponenti del Governo locale. Per il giorno seguente è previsto l’incontro con un gruppo imprenditoriale, titolare di un centro styling a Canton interessato a proporre per le degustazioni prodotti italiani di alta qualità.

Il viaggio si inserisce nel programma “Montepulciano nel mondo” varato dall’Amministrazione Comunale con l’obiettivo di consolidare la conoscenza di cui Montepulciano, grazie al suo patrimonio paesaggistico e culturale ed ai vini di alta qualità, gode in molti paesi del mondo, e di promuovere l’offerta turistica del territorio.

Per il Consorzio del Vino Nobile la Cina rappresenta invece una meta già ampiamente collaudata. Oggi le esportazioni del pregiatissimo rosso a Denominazione di Origine Controllata e Garantita rappresentano circa il 3% del movimento complessivo verso l’estero ma, come sottolineano dall’associazione dei produttori “il trend del vino sulla via dell'Oriente è in costante incremento ed è significativo che, dopo i “grandi”, anche aziende di dimensioni più contenute si stiano affacciando ed inizino ad affrontare il mercato cinese. E' proprio la nascita di piccole reti distributive che alimenta le aspettative dei produttori di Montepulciano, la maggior parte dei quali si attesta su dimensioni medio-piccole offrendo però vini di spiccata personalità ed altissima qualità”.

Leggi per intero >

E’ olandese l’Ambasciatore dello Champagne 2013

pubblicato il 31/10/2013 09:34:25 nella sezione "News Wine"
E’ olandese l’Ambasciatore dello Champagne 2013
Sommelier e formatore ad Amsterdam, è l’olandese Niek Beute ad aggiudicarsi il nono trofeo degli Ambasciatori dello Champagne assegnato a Epernay il 24 ottobre a conclusione della giornata di prove che prevedono una degustazione e una lezione teorica.
Niek Beute, che ha lavorato nei migliori ristoranti in Francia e nei Paesi Bassi, subito dopo la sua nomina ha dichiarato: “Lo Champagne è più dell’espressione del suo territorio e della sua storia: è il risultato dell’integrazione tra la natura e le conoscenze tecniche dei vigneron. Una sinergia che rende questo vino assolutamente unico”.

La giuria, composta da professionisti del mondo del vino degli otto Paesi partecipanti alla competizione, con il giornalista enogastronomico Enzo Vzzari a rappresentare l’Italia, ha commentato: “Beute è un amante dello Champagne che si esprime con passione e trasmette le sue conoscenze con un’innata disinvoltura”.

Finalista italiana Claudia Bondi, sommelier e wine consultant fiorentina. Gli italiani vantano da sempre un’ottima tradizione in questa selezione, con un trofeo europeo assegnato nel 2010 al milanese Marco Chiesa, il secondo posto di Chiara Giovoni dello scorso anno e due terzi posti, conquistati nel 2007 da Nicola Roni di Lanciano e nel 2009 dal senese Marco Anichini. Secondo classificato Timothée Hall, concorrente britannico e direttore di Scala Wine, mentre il premio speciale è stato attribuito alla candidata austriaca, Christine Mayr, docente all’Accademia del Vino in Austria.

I trofei sono stati consegnati il 25 ottobre, in occasione della serata di gala tenutasi nelle cantine del Castello Pékin a Epernay, alla presenza di Pascal Férat, presidente del Syndacat Général des Vignerons de la Champagne e Jean-Marie Barillère, presidente dell’Union des Maisons de Champagne.

Fonte
www.ansa.it/terraegusto/notizie/rubriche/vino/2013/10/29/olandese-Ambasciatore-Champagne-2013-_9538698.html
Leggi per intero >

Canada “coast to coast” per il vino italiano

pubblicato il 30/10/2013 09:08:52 nella sezione "News Wine"
Canada coast to coast per il vino italiano

MONTREAL - Toccherà le città di Vancouver, Calgary, Toronto, e Montreal, in un’ideale percorso coast to coast, la XVIII Edizione delle Grandi Degustazioni di Vini Italiani in Canada organizzata dall’Ice – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, nelle giornate del 28, 30 ottobre e del 4, 6 novembre. L’iniziativa è divenuta con gli anni un momento commerciale molto atteso per gli operatori canadesi e rappresenta oggi l’evento di riferimento dedicato al vino italiano in Canada.

La precedente edizione ha confermato un successo annunciato con la partecipazione di oltre 4.000 tra operatori, giornalisti e consumatori di tendenza. Alle manifestazioni parteciperanno complessivamente 102 tra aziende produttrici ed enti di promozione italiani provenienti da 15 regioni diverse: Sicilia (21), Toscana (20), Veneto (17), Piemonte (14), Lombardia (7), Abruzzo (5), Puglia (5), Friuli Venezia Giulia (3), Marche (2), Umbria (2), Basilicata (1), Emilia Romagna (1), Sardegna (1), Trentino Alto Adige (1), Valle d’Aosta (1).

Nel corso degli ultimi anni il Canada ha consolidato il ruolo di mercato strategico per l’export del vino italiano, raddoppiando il valore delle consegne in soli dieci anni e confermandosi il 5° mercato di sbocco per il vino italiano. Nonostante la crisi congiunturale abbia, nel 2009, condizionato il flusso dell’export, con una flessione del 5,4% - primo segno negativo da oltre un decennio -, il 2010 ha testimoniato una nuova impennata nelle esportazioni di vino italiano, che, con una crescita del 28,7%, hanno superato il valore di 245 milioni di euro (668.000 ettolitri). Il trend positivo è stato confermato negli anni successivi: le esportazioni sono passate da un ammontare di circa 255 milioni di euro (693.000 Ettolitri) nel 2011 a 283 milioni di euro (713.000 Ettolitri) nel 2012. Gli ultimi dati disponibili (gennaio - giugno 2013) confermano il momento favorevole con una crescita in valore dell’1,9% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Da evidenziare che il prezzo medio del vino esportato sul mercato canadese si conferma come uno dei più remunerativi, a testimonianza dell’elevata attenzione alla qualità del consumatore canadese. Come di consueto gli eventi sarannno organizzati sotto forma di banchi d’assaggio.

Fonte www.ansa.it/terraegusto/notizie/rubriche/vino/2013/10/28/Canada-coast-coast-il-vino-italiano_9535564.html
Leggi per intero >

Il Mondo del Bio In Piazza a Brescia il 3 Novembre
lombardia (brescia) brescia

pubblicato il 30/10/2013 08:58:18 nella sezione "Fiere & eventi"
Il Mondo del Bio In Piazza a Brescia il 3 Novembre
Dopo una lunga pausa estiva torna in scena “Meglio Bio in Piazza”, l’ormai tradizionale format itinerante organizzato a Brescia dall’associazione di produttori biologici La Buona Terra: l’appuntamento si rinnova per domenica 3 novembre, nella cornice storica di piazza Tebaldo Brusato.

Il mondo del biologico “made in Lombardy” torna a mettersi in vetrina nel centro storico di Brescia: è fissato infatti a domenica prossima, 3 novembre, il nuovo appuntamento con “Meglio Bio in Piazza”, ormai tradizionale manifestazione ideata dall’associazione di produttori biologici La Buona Terra con il patrocinio dell’assessorato al commercio del Comune di Brescia nell’ambito del progetto Duc (Distretto Urbano del Commercio), con il contributo della Regione Lombardia e del FEASR (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale).
Il nuovo appuntamento targato 2013 si terrà in piazza Tebaldo Brusato, scenario che già molte volte in passato ha accolto l’iniziativa: il progetto è ora quello di riproporre la manifestazione a cadenza mensile, a conferma della grande attenzione che i bresciani hanno fin dall’inizio riposto in un’iniziativa finalizzata a diffondere e rafforzare la cultura del biologico.
“Meglio Bio in Piazza” si riproporrà al pubblico con una formula ormai consolidata, che punta ad offrire ai consumatori dell’area urbana l’occasione di far shopping di tipicità bresciane e lombarde rigorosamente biologiche e a km zero, grazie alla presenza di un gruppo di circa 20 espositori.
Le produzioni tipiche la faranno da padrone: si potranno acquistare formaggi della Valle Sabbia, produzioni casearie di malga della Valle Camonica, vini ed olio di oliva extravergine del lago di Garda, pasta, prodotti da forno, dolci, miele, confetture, succhi di frutta, germogli e molto altro ancora. Non mancherà l’ormai classico spazio “non food”, dedicato a quei prodotti realizzati con materiali ecologici e privi di tossicità per l’ambiente e per l’uomo: si andrà dall’abbigliamento agli oli essenziali, passando per piante medicinali ed integratori naturali. e profumi) che stanno attirando sempre di più l’interesse dei consumatori.
In linea con le atmosfere autunnali, la giornata si arricchirà con degustazioni di caldarroste e vin brulè: e come sempre i visitatori potranno confrontarsi direttamente con i produttori, per approfondire adeguatamente la propria conoscenza delle metodologie dell’agricoltura biologica come elemento essenziale di uno stile di vita ecocompatibile.
Il prossimo appuntamento con Meglio Bio In Piazza è già stato fissato per il prossimo 8 dicembre, ma nell’attesa i consumatori potranno continuare a far spesa di prodotti biologici bresciani ai mercati settimanali dell’associazione La Buona Terra, aperti ogni sabato mattina a Brescia nello spazio di Cascina Maggia ed ogni lunedì mattina a Toscolano Maderno.

Leggi per intero >

Eboli: Millefiori si fa in Quattro
campania (salerno) eboli

pubblicato il 29/10/2013 09:29:40 nella sezione "Fiere & eventi"
Eboli: Millefiori si fa in Quattro
Prenderà il via giovedì 31 ottobre la quarta edizione di “Millefiori”, il progetto – firmato dall'Associazione Puro Gusto – dedicato al miele, ai fiori, ai tipici e ai dolci.
Un appuntamento che ormai - d'abitudine – apre il periodo che guarda al Natale, con qualche riflessione sull'importanza di riavvicinarsi a prodotti salutari come il miele, possibile e nobile sostituto dello zucchero, ma anche ai fiori: una produzione che non si vede, ma che trova grande spazio nelle serre della Piana del Sele.
Se lo scorso anno si è scelto di far gustare al pubblico la “cucina dei fiori”, affascinante e quasi sconosciuta, stavolta si è scelto di dare la possibilità agli appassionati di miele di incontrare, degustare ed acquistare più di una decina di apicoltori campani.
“Continuiamo – col sostegno della Camera di Commercio, di Confesercenti e del Comune di Eboli – a scommettere su di noi, sul nostro territorio, sul futuro dei nostri figli. Qui produciamo una parte importante del Made in Italy di qualità, è bene che impariamo a raccontarci. Dalla filiera della bufala agli ortaggi, passando
per mieli, fiori e quarta gamma. Questo desideriamo fare: dare spazio e voce alle nostre eccellenze, sia nei posti di produzione che altrove. Ecco qual'è il filo conduttore che unisce Millefiori e Pianeta Bufala”, racconta Attilio Astone, presidente dell'Associazione Puro Gusto.
In contemporanea numerose le attività laboratoriali dedicate ai bambini, coloro i quali più necessitano di essere messi a contatto con la Natura, coi prodotti che essa ci dona e con i principi di una corretta e sana alimentazione.
I laboratori saranno coordinati da un'imprenditrice agricola con la vocazione di salvare un'antica varietà di albicocche della zona: la jevulese. Da questo frutto prelibato ne trae una confettura che va letteralmente a ruba, per la sua bontà ma anche per la sua rarità.
Antonella Dell'Orto apre le porte della sua azienda ebolitana a molteplici attività culturali, in occasione di “Millefiori” porterà nel centro storico un po' della sua realtà, per incontrare i più piccoli.
“Anche l'amministrazione comunale rinnova la sua vicinanza ai progetti dell'Associazione, continuando ad affiancarla nelle scelte volte al territorio, alla sana alimentazione, all'agroalimentare di qualità che trova in Eboli il cuore di una grande e fertile Piana”, è concorde su questo l'amministrazione comunale guidata dal primo cittadino Martino Melchionda.
“Lavorare per portare le produzioni locali nel centro cittadino è faticoso, ma è necessario affinchè si comprenda l'importanza del km 0 e si sostenga chi sceglie – con tutte le difficoltà del caso – di non abbandonare la nostra città”, sottolinea l'assessore alle attività produttive Francesco Bello.
A margine di queste attività sarà presentata alla stampa ed agli addetti ai lavori una novità, frutto della collaborazione tra l'Associazione Puro Gusto e il maestro pasticcere Salvatore De Riso .
Una golosità presentata in vista del periodo natalizio, ma adatto a tutte le stagioni, che celebri a dovere la bufala e dunque l'intera Piana del Sele.
L'appuntamento è per sabato 2 novembre, alle ore 16:30 , all'interno di una piccola casetta in legno sistemata al centro del mercatino.
Gli orari del mercatino di mieli, tipici e fiori:
Da venerdì 1° novembre a domenica 3 novembre 9 -13 16 – 21
Programma dettagliato Laboratori a cura de “La Casa di Angiù” di Antonella Dell'Orto: ore10:30 e 16:30 31 ottobre: Scavando zucche e zucchette, prodotto stagionale per creare delle candele! Con materiali naturali prenderà vita “Maria Longa”, personaggio della tradizione ebolitana che con lo “scorzamauriello” sono i protagonisti della notte di Ognissanti. 1 Novembre: Giornata dedicata ai fiori. Con il riciclo creativo si costruiranno dei vasi dove interrare semi e bulbi. Laboratorio di Guerrillia Gardening preparando delle “Bombe di fiori”! 2 Novembre: Giornata dedicata alle api, con il coinvolgimento delle aziende apistiche e il supporto scientifico di una giovane esperta si scoprirà la magia del
mondo delle api. Con miele e cera se ne faranno delle belle! In progetto la costruzione di una giostrina delle api, sempre con materiale di riciclo. 3 Novembre: Ecco che l’aia si trasforma in un “orto salotto” di Antonella Dell’Orto. Ospiti di eccezione saranno: una psicologa, una nutrizionista e una pediatra per affrontare un tema molto caldo: Obesità e disturbi legati all’alimentazione con il dato allarmante che vede la Campania maglia nera per la più alta percentuale di persone sovrappeso e obesità infantile. Invitati a partecipare dirigenti, docenti e mamme, le vere responsabili dell’educazione alimentare delle generazioni future. Dulcis in fundo: guidata da una provetta cake designer a Km 0 un laboratorio di biscottini e dolcetti per la gioia di tutti!
Questi alcuni dei produttori presenti: La Casa di Angiù, Il Giardino delle Api, Guida, Caponigro, Leonardo, Giaquinto, Gambale e Autore. Immancabili anche le candele realizzate con cera d'api.
Eboli (SA), 28 ottobre 2013

Leggi per intero >

A Scandicci a Scuola di Vino!

pubblicato il 29/10/2013 09:24:55 nella sezione "Fiere & eventi"
A Scandicci a Scuola di Vino!

Studio Umami www.studioumami.com, agenzia fiorentina da anni specializzata nel settore della comunicazione enogastronomica, in collaborazione con il Circolo Culturale e Ricreativo di Scandicci (FI) propone quattro imperdibili serate dedicate all'amato Nettare di Bacco! Un viaggio divertente e leggero per capire come nasce il vino, soffermandosi sulle corrette tecniche di degustazione e di servizio, su come imparare a orientarsi nellascelta davanti allo scaffale, e ancora sulle giuste modalità di abbinamento a tavola. Il tutto accompagnato dalle indispensabili prove pratiche di assaggio! Guidano gli incontri Marco Ghelfi e Roberta Perna, giornalisti enogastronomici e sommelier.
Il costo di partecipazione è di 85 euro a persona (con la promozione “Chi trova un amico..”: per ogni iscrizione di coppia il costo complessivo è di 150 euro).
A ciascun partecipante in omaggio un pratico glossario vinicolo e un set da 6 bicchieri da degustazione. Gli incontri si svolgeranno a Scandicci presso la sede del Circolo in Via IV Novembre 13 (ingresso per PARCHEGGIO INTERNO GRATUITO da Piazza Piave 2)

Leggi per intero >

Espositori: le funzioni estetiche, ma non solo

pubblicato il 28/10/2013 09:31:26 nella sezione "Wine style"
Espositori: le funzioni estetiche ma non solo
Cristina Vannuzzi

L’abito non fa il monaco, ma una presentazione adeguata può modificare radicalmente il risultato finale: lo sanno bene tutti gli attori del mondo del vino, dai gestori di enoteche/cantine ai semplici appassionati, consapevoli di quanto un’etichetta ben studiata, o una cantinetta in legno dai colori giusti, possano influire sull’approccio al vino in modo importante. Per questo, espositori per bottiglie caratterizzati da design sofisticati, lineari ma non semplici, stanno gradualmente conquistando l’attenzione del mercato; in Italia, tale tipologia di prodotti non è ancora decollata, ma nei paesi del nord Europa (Regno Unito, Belgio) l’attenzione verso le modalità di esposizione delle bottiglie è ormai consolidata. Non è raro trovarsi a conservare decine di bottiglie in uno spazio ristretto: al di là della componente estetica, soluzioni professionali permettono un notevole risparmio di spazio, un’organizzazione ottimale ed una conservazione nelle condizioni ideali. La conservazione in cantinette permette infatti di non occupare spazio nel frigo di casa, mantenendo le bottiglie alla temperatura prescelta e nella posizione corretta.
I prezzi sono relativamente accessibili: con meno di 20 euro è possibile acquistare presso le aziende specializzate alcuni modelli base. Naturalmente, chi ha la possibilità di compiere investimenti maggiori può trovare senza problemi strutture pregiate, come il Woodwall interamente realizzato in legno (dal costo superiore ai 1500,00 euro).
Molti acquirenti prediligono soluzioni modulari, che permettono di andare a comporre gradualmente una struttura portabottiglie a seconda delle esigenze, iniziando con una base da 4-6 bottiglie e arrivando nel tempo ad un’esposizione da oltre 20 pezzi; molto quotata è la soluzione che prevede l’applicazione di strisce led luminose, che valorizzano il contenuto senza risultare invadenti. I modelli disponibili sono molto numerosi, la scelta è legata a fattori tanto funzionali quanto estetici: c’è chi preferisce il metallo a vista, che predilige le sensazioni tattili/visive offerte dal legno. Non di rado, per trovare la giusta alchimia fra espositori particolarmente importanti ed il contesto d’arredo ci si affida ad arredatori esperti: una consulenza che, tuttavia, può costare più della stessa struttura.

Leggi per intero >

Rockefeller in carrozza nel territorio del Brunello
toscana (siena) montalcino

pubblicato il 28/10/2013 09:27:04 nella sezione "News Wine"

Gran Finale Sabato 26 Ottobre Per Rosso, Bianco & Blues a Città della Pieve
umbria (perugia) città della pieve

pubblicato il 25/10/2013 09:30:02 nella sezione "Fiere & eventi"
Gran Finale Sabato 26 Ottobre Per Rosso Bianco & Blues a Città della Pieve
Al Teatro degli Avvaloranti alle ore 18.30 si terrà il concerto del quartetto Blues Old & New Lover Soul. A seguire le affascinanti sale del Palazzo della Corgna ospiteranno l’aperitivo/degustazione a cura della Strada del Vino dei Colli del Trasimeno

Gran finale a Città della Pieve per “Bianco Rosso & Blues”, la rassegna che offre suggestivi percorsi musicali ed enogastronomici tra arte, storia e cultura. Sabato 26 ottobre il viaggio itinerante alla scoperta di luoghi e tradizioni del territorio si chiude nella suggestiva cornice del borgo pievese. L’evento avrà inizio alle ore 18.30 con il concerto, al Teatro degli Avvaloranti, del quartetto Blues Old & New LoverSoul, capitanato dallo storico bluesman romano Mario Donatone, emblema della tastiera e della vocalità Blues in Italia. A lui si affiancano Dario Napoli, chitarrista e docente di solida esperienza decennale tra Chicago e New Orleans, attualmente residente a Cortona; il giovane e talentuoso batterista umbro Alessandro Massinelli, attivo in progetti di vario genere (Motorino, Mistic Mile, Studio Uno Lunarea Dario Napoli Trio Jazz e Trasimeno Gospel Choir Classic & Film Gospel) e l’eclettico bassista Nicola Pasquini. Uno spettacolo sull’onda delle emozioni e del coinvolgimento reale del pubblico attraverso sonorità Funk, Soul e Blues grazie ad un sound ricco di originali arrangiamenti sia di brani inediti che di covers sulla linea di Ray Charles, Dr. John, B.B. King e altri. Un flusso ininterrotto di ritmi e atmosfere, un pianoforte che dipinge un sound fatto di Blues antico e moderno, una vocalità in cui la potenza del grido si scioglie nei chiaroscuri del sussurro e del racconto di un'anima eterogenea e sfaccettata come i percorsi dei suoi musicisti.
Al concerto seguirà, presso le affascinanti sale del prestigioso Palazzo della Corgna, l’aperitivo degustazione a cura della Strada del Vino dei Colli del Trasimeno. La rassegna che incrocia le strade del Blues con quelle del Vino scaturisce infatti dal sodalizio tra la Strada del Vino dei Colli del Trasimeno e Trasimeno Blues e grazie al supporto della Regione dell’Umbria, attraverso il contributo dell’Unione Europea con il Programma di sviluppo rurale 2007-2013 mis.3.1.3.
In occasione dell’ultimo appuntamento della rassegna autunnale targata Trasimeno Blues, che cade nelle Giornate per la Valorizzazione dello Zafferano purissimo in fili di Città della Pieve, “Il Croco di Pietro Perugino”, il Consorzio dello Zafferano proporrà, dopo il concerto/aperitivo, una cena presso la Taverna de La Rocca con l’accompagnamento musicale del bluesman umbro Blue Dean Carcione. Vi suggeriamo, quindi, un ulteriore appuntamento organizzato dal Consorzio dello Zafferano - in collaborazione con Trasimeno Blues - per promuovere l’inusuale incontro tra convivialità ed arte.
L’ingresso all’evento di Bianco Rosso & Blues è gratuito ma i posti per partecipare sono limitati ed è quindi obbligatoria la prenotazione al numero 075-827096 (dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 13.00) oppure via e-mail a booking@trasimenoblues.it. Il costo della cena organizzata dal Consorzio dello Zafferano di Città della Pieve è invece di € 12,50 ed è obbligatoria la prenotazione entro il 25 ottobre 2013 (Tel: 0578 299375, ore 9:30/12.30 – 15.30/19.00).


Leggi per intero >

Cantine Aperte a San Martino

pubblicato il 25/10/2013 09:19:23 nella sezione "Fiere & eventi"
Cantine Aperte a San Martino
San Martino in Cantina diventa "Cantine Aperte a San Martino": l’appuntamento autunnale del Movimento Turismo del Vino debutta domenica 10 novembre con una nuova veste, ma sempre con l’intento di condividere con i tantissimi appassionati la gioia di assaggiare eccezionalmente i vini dell’ultima vendemmia e non solo, in abbinamento a prodotti di stagione. E’ con questo spirito che le cantine MTV si preparano ad accogliere i visitatori tra degustazioni, pranzi con il vignaiolo e numerose attività fino al tramonto.

Queste le aziende che parteciperanno:

Alessandro di Camporeale
Contrada Mandranova 90043 Camporeale (Palermo)
Tel. 0924/37038
www.alessandrodicamporeale.it

Programma: visita guidata dei vigneti e della cantina, con particolare attenzione per le tecniche di vinificazione. A seguire, degustazione dei vini aziendali in abbinamento ai prodotti del territorio, tipici del periodo (es. muffulette con ricotta) e degustazione dell'olio della nuova annata.

Barone Pupillo
Contrada La Targia 96100 Siracusa
Tel. 0931/494029
www.solacium.it

Cambria
Contrada San Filippo 98054 Furnari (Messina)
Tel. 0941/81526
www.cambriavini.com

Florio
Via Vincenzo Florio, 1 91025 Marsala (Trapani)
Tel. 0923/781111
www.cantineflorio.com

Donnafugata
Via Sebastiano Lipari, 18 91025 Marsala (Trapani)
Tel. 0923/724 245-263
www.donnafugata.it

Feudo Ramaddini
C.da Lettiera, Marzamemi (Siracusa)
Te. 0931/1847100
link:www.feudoramaddini.com)

Programma: la cantina sarà aperta ai visitatori sia sabato 9 che domenica 10. In programma, degustazioni dei vini aziendali e visite al Museo del Vino e alla nuova ala di produzione di recente costruzione.

Abbazia Santa Anastasia
Contrada Santa Anastasia snc, 90013, Castelbuono (Palermo)
Tel. 3313189777
segreteria@abbaziasantanastasia.it
link:www.abbaziasantanastasia.it)

Barone Sergio
Contrada Baroni 97011, Noto (Siracusa)
Tel. 0902927878
info@baronesergio.it

Vini Vaccaro
Contrada Comune 91020, Salaparuta (Trapani)
Tel. 0924475151
info@vinivaccaro.it
www.vinivaccaro.it
Leggi per intero >

Bolzano: Decimo Forum dei Vini Autoctoni
trentino-alto adige (bolzano - bozen) bolzano - bozen

pubblicato il 23/10/2013 09:39:47 nella sezione "Fiere & eventi"
Bolzano: Decimo Forum dei Vini Autoctoni
Gli “Autochtona Award” di Bolzano rappresentano uno dei riconoscimenti più importanti per i vini autoctoni che rappresentano, da nord a sud, tutta l'Italia.

Non facile il compito della giuria che infine ha decretato i vini vincitori delle cinque categorie (selezionati tra un parterre di oltre 300 etichette).

Partendo dal Friuli Venezia Giulia, il premio Miglior Vino Dolce è andato all’Ucelut 2009 di Castelcosa srl. È volato in Emilia Romagna l’award nella categoria Miglior Spumante: l’etichetta vincitrice è risultata il Lambrusco Rosé di Modena DOC Metodo Classico 2010 di Cantina della Volta.

All’Abruzzo va invece il riconoscimento del Miglior Vino Bianco con l’Abruzzo DOP Montonico superiore 2012 di Vini La Quercia. Scendendo più a Sud, sale sul podio la Puglia: il premio di Miglior Vino Rosso va infatti al Salento IGT Negroamaro Le Braci 2006 dell’Azienda Monaci. L’azienda valdostana La Source si aggiudica infine il Premio Speciale Terroir – tradizionalmente assegnato all’etichetta che meglio rappresenta l’espressione del vitigno legato al suo territorio di riferimento – con il vino Valle d’Aosta DOP Petite Arvine 2011. Una scelta sicuramente non facile quella della giuria, che ha dovuto scegliere le migliori etichette in esposizione tra proposte di altissima qualità che spaziano da produzioni biologiche a biodinamiche fino a vitigni rari e ricercati. L’appuntamento “Autoctoni che passione!” si conferma anche quest’anno iniziativa preziosissima e chiude con successo la decima edizione di Autochtona, ospitata come di consueto presso i padiglioni di Fiera Bolzano, durante la fiera internationale “Hotel”.
Leggi per intero >

Brunello: A Montalcino si Chiude una Vendemmia Eccellente
toscana (siena) montalcino

pubblicato il 23/10/2013 09:34:03 nella sezione "News Wine"

Dal Museo del Vino Lungarotti 92 opere per il Vittoriano

pubblicato il 22/10/2013 09:00:54 nella sezione "Arte Wine"
Dal Museo del Vino Lungarotti 92 opere per il Vittoriano
TORGIANO - La Fondazione Lungarotti protagonista della mostra “Verso il 2015. La cultura del vino in Italia” dal 26 ottobre al 30 novembre al Complesso del Vittoriano di Roma (Ala Brasini, salone centrale), con un prestito di novantadue opere provenienti dal Muvit. Il Museo del Vino di Torgiano, con i suoi oltre tremila oggetti tra reperti archeologici, manufatti d’arte e corredi etnografici per la viticoltura e la vinificazione, è partner dell'iniziativa promossa dal ministero per le Politiche agricole, alimentari e forestali con la partecipazione di Expo 2015 Milano per raccontare la cultura del vino in Italia.

E proprio per questa “anteprima” di Expo 2015 la Fondazione Lungarotti è stata scelta con oltre novanta opere selezionate dalle collezioni del museo che hanno trovato collocazione in tre delle sei sezioni della mostra: reperti archeologici che vanno dal 3200 a.C. al IV secolo d.C. e incisioni a tema mitologico e biblico per la sezione “Il vino tra mito e religione”; ceramiche dal XIII al XX secolo saranno esposte nella sezione “Dalla terra al bicchiere” per raccontare le diverse valenze simboliche della vite e i molteplici usi del vino. Per la sezione dedicata al contemporaneo sono partite da Torgiano alla volta di Roma il Baccanale di Picasso, ceramiche di Jean Cocteau, Gio Ponti, Nino Caruso, Riccardo Biavati e Aldo Rontini.

“Dagli anni Sessanta la mia famiglia ha assemblato opere e testimonianze, ripercorrendo la storia della viticoltura e del vino declinata in diverse forme d’arte a partire dal binomio vino-cultura – dice Maria Grazia Lungarotti, fondatrice e curatrice del Muvit– e a Torgiano possiamo affermare di avere una documentazione unica per la ricostruzione della storia enologica del nostro Paese. Abbiamo prestato le opere al Vittoriano con vero piacere perché riteniamo che il vino non sia solo prodotto ma è interprete e narratore dell'umano cammino. Concetto questo che il nostro Paese avrà l’opportunità di evidenziare nel corso della prossima Esposizione Universale. Questo riconoscimento accredita il Muvit tra le istituzioni più rappresentative per testimoniare l’evoluzione dei popoli attraverso la storia del vino”. La mostra “Verso il 2015. La cultura del vino in Italia”, organizzata e realizzata da Comunicare Organizzando, è curata da Massimo Montanari, docente di Storia medievale e di Storia dell’Alimentazione dell’Università di Bologna in collaborazione con il Prof. Yann Grappe, docente di Storia del vino all’Università di Pollenzo e il Prof. Louis Godart, Consigliere per la Conservazione del Patrimonio Artistico del Presidente della Repubblica Italiana.


Fonte
ANSA
Leggi per intero >

Diladdarno 2013: Tutto pronto per "Florence Wine Event"
toscana (firenze) firenze

pubblicato il 22/10/2013 08:47:44 nella sezione "Fiere & eventi"
Diladdarno 2013: Tutto pronto per Florence Wine Event
Florence Wine Event, che si terrà il 9 e 10 novembre, è l'ormai consolidato appuntamento, giunto alla sua ottava edizione, dedicato ai vini di eccellenza da tutta Italia. Questo evento di promozione enologica prevede sia la partecipazione di grandi che di più piccole aziende contraddistinte, entrambe, dall'ottima qualità dei loro prodotti.
Da questa ottava edizione porteranno in degustazione i loro prodotti anche alcune aziende di olio extravergine di oliva, che presenteranno le nuove annate, di grappa, di pane e di salumi toscani con un'attenzione particolare alla cinta senese, razza autoctona della regione.
Alle postazioni, come da tradizione del Florence Wine Event, saranno presenti gli stessi produttori che racconteranno al pubblico i loro vini, la loro storia ed i loro territori per far conoscere e apprezzare al meglio ciò che si gusta nel bicchiere.
Ai banchi sarà possibile acquistare tutti i prodotti presenti.
Mercoledì 6 novembre sarà la data di anteprima del Florence Wine Event con una cena speciale aperta al pubblico: ai fornelli lo chef Luca Cai del ristorante “Il Magazzino” a Firenze, noto per la sua passione per il quinto quarto ovvero le interiora, le frattaglie e le parti meno nobili, come la testa, la coda e le zampe, dei bovini, degli ovini e dei suini.

Gli EXtraevents
Prime e durante la manifestazione ci saranno degli appuntamenti che vedranno coinvolti ristoranti e enoteche dell’Oltrarno con proposte culinarie o cene a tema con abbinati vini ed extravergini presenti all’evento

Tra le novità del Florence Wine Event due prestigiose locations:
Il Convitto della Calza P.zza della Calza 6 - Firenze
Vini e vignaioli d’Italia
… anche olio, pane e companatico
Lo Showroom Riccardo Barthel via Serragli 234 r - Firenze
Sapori e sostanza della nostra terra
Vino, olio, pane e salumi la merenda della tradizione
Il Convitto della Calza, dal fascino unico e irresistibile, antico ospedale trecentesco dedicato a San Giovanni Battista, oggi è un caratteristico albergo di charme, mentre lo Showroom Riccardo Barthel è il negozio della famosa azienda di arredamento operante a Firenze fin dal 1976 e conosciuta nel mondo per il suo inconfondibile stile.
Entrambi situati vicino a Porta Romana, porta principale d’accesso all’Oltrarno Fiorentino, sono facilmente raggiungibili a piedi, con i mezzi pubblici dal centro città, o in auto grazie ai numerosi parcheggi disponibili.
Per accedere alla manifestazione si potrà acquistare la drink card (10 euro) con un numero stabilito di assaggi e ritirare il bicchiere alla cassa sia presso Il Convitto della Calza, sia presso lo Showroom Riccardo Barthel.



Il Florence Wine Event è organizzato da Oltrarno Promuove e Promowine, con la direzione di Riccardo Chiarini. Il Comitato Oltrarno Promuove è formato da Confesercenti, Confcommercio, Confartigianato e CNA.
Diladdarno in Festa, organizzata dal Comitato Oltrarno Promuove, si avvarrà, a sua volta, di un calendario culturalmente interessante pensato per permettere ai partecipanti, dal 9 al 17 novembre, di andare alla scoperta delle ricchezze, soprattutto artigianali, dell'Oltrarno fiorentino.

Programma completo Diladdarno 2013:


Mercoledì 6 novembre
Florence Wine Event - Grande cena di anteprima
Circolo Rondinella del Torrino - Lungarno Soderini ,2
Chef Luca Cai – Ristorante “ Il Magazzino “
orario 20.00 - costo € 30.00
Prenotazione obbligatoria presso: info@firenzespettacolo.it (indicando nome e cognome e numero di telefono riceverete conferme scritta) e Bar Il Torrino 055.215921
Menu: consultare www.diladdarno.it www.promowine.it www.florencewinevent.com e su FB

Sabato 9 novembre
Florence Wine Event
Convitto della Calza - Piazza della Calza 6
Vini e Vignaioli d’Italia …. Ma anche olio, pane e companatico
Showroom Barthel – Via dei Serragli, 234/r
Sapori e sostanza della nostra terra
Vino,olio,pane e salumi – la merenda della tradizione

Diladdarno in Festa
Centro Commerciale Naturale Bobol
Via Romana / piazza della Calza
Iniziative varie

Da Sabato 9 a Domenica 17 novembre
ARTIGIANATO E' ARTE
Via dei Serragli ang. - via Santa Maria
mostra di artigiani e CNA arte a cura di CNA pensionati
giorni lavorativi 15,00 / 19.00 - festivi e prefestivi 11.00 / 13.00 e 15.00/19,00

Domenica 10 novembre
Florence Wine Event
Convitto della Calza - Piazza della Calza
Vini e Vignaioli d’Italia …. Ma anche olio, pane e companatico
Showroom Barthel
Via dei Serragli, 234/r
Sapori e sostanza della nostra terra
Vino,olio,pane e salumi – la merenda della tradizione

Diladdarno in Festa
Centro Commerciale Naturale Boboli
Via Romana / piazza della Calza
Iniziative varie

Sabato 9 – domenica 17 novembre
ARTIGIANATO E’ ARTE
Via dei Serragli ang. – via Santa Maria
mostra di artigiani e CNA arte a cura di CNA pensionati
giorni lavorativi 15,00 / 19.00
festivi e prefestivi 11.00 / 13.00 e 15.00/19,00

“La Firenze del dopoguerra” - mostra fotografica
ex Chiesa San Carlo dei Barnabiti Via sant’Agostino, 23
fotografia di Red Giogetti
giorni lavorativi 15,00 / 19,00 - festivi e prefestivi 11,00 / 18,00

Domenica 17 novembre
Fiera dei prodotti dell’agricoltura biologica su piccola scala
Piazza Santo Spirito – Fierucolina d’autunno – tutto il giorno

Leggi per intero >

Cantina Le Mortelle a Castiglione della Pescaia
toscana (grosseto) castiglione della pescaia

pubblicato il 21/10/2013 11:06:45 nella sezione "Le cantine"
Cantina Le Mortelle a Castiglione della Pescaia
La nuova cantina delle Mortelle si colloca sulla sommità della lieve collina che sovrasta la tenuta. La cantina è in gran parte interrata, nell’ottica di un impatto ambientale il più ridotto possibile. è stata costruita usando materiali naturali, sfruttando la termoregolazione delle rocce presenti in profondità nel suolo.

La struttura di forma cilindrica a ipogeo si dispone su tre livelli: al suo interno vengono effettuate tutte la varie fasi del ciclo produttivo del vino, dal ricevimento delle uve, alla vinificazione, allo stoccaggio fino all’invecchiamento in barriques nel piano interrato.

Questa particolare forma architettonica consente di sfruttare le migliori tecnologie per la produzione del vino: tutto il ciclo produttivo avviene infatti “per caduta” seguendo il percorso dall’alto verso il basso, a partire dall’arrivo delle uve nella parte sopraelevata, continuando poi con i processi di vinificazione nella parte intermedia fino all’affinamento nella parte più interrata.
Leggi per intero >

Vitivinicultura il punto di Forza della Campania. In Attesa di Notizie sull'Enoteca Regionale a Taurasi

pubblicato il 21/10/2013 11:02:16 nella sezione "News Wine"
Vitivinicultura il punto di Forza della Campania. In Attesa di Notizie sullEnoteca Regionale a Taurasi
L’on. Pietro Foglia, presidente della Commissione Agricoltura del Consiglio regionale della Campania, partecipando alla tavola rotonda che si è svolta a Taurasi sulle prospettive della filiera vitivinicola, non ha nascosto la soddisfazione per i dati relativi alla vendemmia 2013 con livelli qualitativi superiori alle annate recedenti.

“Questo settore è vivo e resta un punto di forza per la nostra regione – ha esordito Foglia, non senza rivolgere un invito -. Sulla base dei dati che confermano la capacità e le potenzialità di posizionamento delle produzioni vitivinicole campane sui mercati esteri, i programmi di internazionalizzazione curati dagli assessorati competenti, Agricoltura e Attività produttive, devono rivolgere più attenzione ed offrire ulteriori opportunità di accompagnamento alle aziende vitivinicole campane con un approccio più sistematico e sinergico di intesa”.

Il presidente Foglia ha poi ricordato alcuni importanti progetti dedicati al settore: “Desidero sottolineare la valenza del progetto Vitigni Storici dell’Irpinia, dell’Assessorato regionale all’Agricoltura e curato in particolare dal SeSIRCA e dallo STAPA di Avellino in collaborazione con il Musa della facoltà di Agraria di Portici. Lo studio – ha spiegato Foglia -, teso a rivalutare, studiare e valorizzare vitigni minori sacrificati a favore di varietà di maggiore reddito, ha consentito di rilanciare nuove aree fino a ieri sottovalutate, come l’Alta Irpinia con le forme di coltura di alberello, di evidente influsso pugliese e lucano e l’Aglianico trignarulo; l’Ufita con l’Aglianico Lasco; la Valle Caudina e il Vallo Lauro Baianese con i residuali Aglianico Mangiaguerra, Olivella e Cacazzara. Tuttavia – ha poi constatato - la filiera vitivinicola irpina non è riuscita ad esprimere un PIF sul territorio a fronte di 168 milioni della dotazione finanziaria del Psr Campania destinati a tali Progetti collettivi”.

In chiusura il presidente Foglia ha provocatoriamente rivolto una domanda: “A Taurasi si hanno notizie dell’Enoteca regionale? Visto che – ha poi chiarito - ben due Leggi Regionali ne prevedono l’istituzione in un’area interna ed in particolare a Taurasi e che su mia richiesta il 18 giugno di quest’anno si è svolta anche una riunione in sede Assessorile”.


Leggi per intero >
Clicca sui numeri per scorrere le news
1 - 2 - 3 - 4
Prenota Degustazioni
Cerca il tuo vino
per territorio, caratteristiche e prezzo

Aziende Vinicole

ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News Wine
Cielo e TerraAcquisisce il 50% del marchio Maia
Le Manzane Natale 2017: il Prosecco Docg che aiuta i disabili
Enartis presenta Zenith: la rivoluzione nella stabilizzazione del vino
CONSORZIO VINO NOBILE DI MONTEPULCIANOPiero di Betto nominato Presidente
SILVER COCKTAIL BRANDIMARTEAlla Loggia di Piazzale Michelangelo 92esima edizione di Pitti Immagine Uomo
Wine World
TOP WINE DALLARGENTINADa oggi in Italia su buenowine.com
OFFERTA VINI INTERNAZIONALIPromozione BuenoWine
LA PREGIATA UVA MALBECUn vitigno importante con spiccate caratteristiche
VINI UNICIBueno Wine seleziona i migliori vini dal mondo
I VINI ARGENTINI CRESCONO E si fanno apprezzare nel mondo
Le cantine
#BEVISORDO A COLLISIONIIl 13 Luglio 2017
SORDO VINIGrande successo per levento I Fantastici 8 Cru di barolo 2013
CANTINE LA PERGOLA: da Moniga del Garda (BS) la sfida bio di un nuovo brand da 300 mila bottiglie
ROSE 2012 DI BARONE PIZZINIMiglior metodo classico Bio dItalia
 DI KANDINSKY LA LIMITED EDITION DE LA GROLA 2013 DI ALLEGRINIIl Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo al Vinitaly per la presentazione ufficiale
Enologo e agronomo
Passaporto genetico dei principali vitigni autoctoni Italia
In breve:Vino In Purezza
Roberto Cipresso
Luca DAttoma
Asso Enologi
Salute e benessere
UVA DENTRO E FUORI LA SPAAlto Adige. Autunno in bellezza con i trattamenti all’uva di Terme Merano
VINO E BENESSERETutto il buono del vino
VINO & SALUTELassociazione che promuove la ricerca scientifica sugli effetti benefici del vino.
Piante Resistenti a Malattie Fungine: Meno Anticrittogamici in Vigna
Solo in Ottobre: l’Uva Fresca di Vendemmia   SCOPRI LOFFERTA
Wine style
CANTINE ENOTECHE E VINERIECome risparmiare con la tipografia online
VACANZA ENOGASTRONOMIA IN UMBRIAWine Break destate a Torgiano
CONCORSO FOTOGRAFICO PIACENZA DOROLeccellenza in uno scatto
A SPASSO PER ROMAGirovagando con gusto
INTERVISTA A ALESSANDRA CONFORTIL’importanza della comunicazione nel settore vitivinicolo
Guide
PRESENTATA A BERGAMO LA NUOVA GUIDA ORO I VINI DI VERONELLILa nuova edizione della guida Oro
TUTTE LE NOVIT DELLA GUIDA ORO I VINI DI VERONELLI 2016A Siena svelati i prestigiosi Sole
I SUPER TRE STELLE 2016 PREMIATI DALLA GUIDA ORO I VINI DI VERONELLIEcco i vini
LA GUIDA SUL LAMBRUSCO86 schede con i migliori vini le analisi sensoriali immagini e dati tecnici di produzione
Slow Food presenta: Il Vino Quotidiano
Fiere & eventi
Nuovo Curatore per la Guida Oro VeronelliAndrea Alpi Responsabile Formazione
Fieragricola Enovitis in Campo fa già il Pieno di IscrizioniGrande Partecipazione ai Convegni
Main Event Cocktail Show alla sua terza edizione stupisce ancoraAl via la seconda giornata di Food&Wine in Progress
MAIN EVENT COCKTAIL SHOWIn occasione di Food&Wine in Progress a Firenze Stazione Leopolda
ORTE IN CANTINAPercorso itinerante tra specialità locali e vini di qualità
Ristoranti
RISTORANTE AL CAPITELLOL’eccellenza dai sapori naturali
A FIRENZE CUCINA ETRUSCADai lampascioni al garum
OSTERIA DE LORTOLANORicercatezza delle Materie Prime e Alta Qualità a Due Passi dal Duomo
TAVERNA ANGELICAAutenticità e Cortesia nel Cuore di Roma
TRANI LA CENA DEI COLORILa primavera servita a tavola
Compro e vendo
VENDESI Azienda Gaiole in Chianti
VENDESI Azienda agricola Montepulciano - COD. PPEI000053
VENDESI Azienda agricola Montepulciano - COD. CSDT000345
VENDESI Azienda agricola Montepulciano - COD. RPDT000448
VENDESI Azienda agricola Grosseto - COD. RSDT000473
Il ricettario
PASTA FRESCA ALLE ROSOLINE DI CAMPOPerfetto abbinamento con Prosecco Superiore DOCG
BISTECCA ALLA FIORENTINA E CHIANTIUno dei piatti più famosi al mondo unito ad un grande vino
VIN BRULEPreparazione e Storia
Torta Ubriaca con Cioccolata e Vino Rosso
Orzotto con pere e radicchio rosso affogato al Vino Rosso
Arte Wine
A Firenze il Chianti Classico Colle Beretoe l’EnoArte di Elisabetta Rogai brindano alla tecnologia della nuova Classe A della GMG Mercedes
ELISABETTA ROGAI A MILANORassegna Cibum Nostrum
ENOARTE E LA PUGLIAAl Gourmettino l’Osteria Contemporanea di Domenico Cilenti
QUATTRO VINI DI SIENA PER ELISABETTA ROGAIL’artista fiorentina dipinge anche con il vino del territorio senese il Drappellone del Palio dell’Assunta
DIPINGERE COL VINO?Adesso è un film-documentario su Arianna Greco
Enoteche
ENOTECA PROVINCIALE DEL TRENTINODegustazione di vini salumi e formaggi
ENOTECA VINCANTO MilanoZuppa di cipolle di Isabella
ENOTECA PALAZZO PICCOLOMINI SIENANel 1987 ho ideato a Siena Le Bollicine primo bar à vin della città del Palio.
ENOTECA REGIONALE EMILIA ROMAGNAdal 1970 per difendere i vini del territorio Emiliano
ENOTECHE ITALIANE IN RETEComunicazione tra le enoteche italiane i produttori di vino ed il numeroso pubblico di internet.
Vini Italiani
NOCCHINO E FOGLIA TONDA DI PODERE EMAUn viaggio fra i sapori della Toscana
IL SOLE DEI TEMPIDa Massucco un vino da provare
IL VINO PI PREZIOSODalle Cantine Ravazzi agli amanti del buon vino
DIVINITYTutto il prestigio delle bollicine
IL BAROLOUn Nettare che Arriva dal Nebbiolo
Non solo vino
FENIMPRESE FIRENZE ADOTTA LA PIATTAFORMA DIGITALE FENPLACEPiattaforma digitale di comunicazione
RINASCE CON LA TERZA GENERAZIONE IL MARCHIO BRANDIMARTEGrazie alla nipote Bianca Guscelli
ACETO BALSAMICO DEL DUCA CELEBRA I 125 ANNI DI STORIABottiglia limited edition dal logo in lamina doro
RIVIERA GINDalla Romagna il primo e unico gin italiano prodotto con distillato di vino
FIRENZE ALLA SCOPERTA DEI SAPORI DELLA PUGLIAVenerdì 10 giugno al Ristorante Tosca