The wine italia, il nuovo modo di conoscere il vino. Testata giornalistica in corso di registrazione. Direttore Responsabile Alessandra Conforti. TheWineItalia è un prodotto "Web Mouse Consulting Srl" Strada di Rovereta 42, 47891 Falciano (RSM), e-mail info@thewineitalia.com
Strip Sinistra
Strip Destra
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Condividi nei social network   
ARCHIVIO




BOTTEGA PARTNER DI RAI CINEMA
Al Festival del Cinema di Venezia

pubblicato il 29/08/2014 12:07:59 nella sezione "Le cantine"
BOTTEGA PARTNER DI RAI CINEMAAl Festival del Cinema di Venezia
Dal 27 agosto al 6 settembre 2014 è in programma la 71esima Mostra del Cinema di Venezia, a cui Bottega partecipa per la prima volta nelle vesti di partner di Rai Cinema.
L’appuntamento veneziano diventa l’occasione per presentare nell’ambitodella più prestigiosa rassegna cinematografica italiana Bottega Gold, il Prosecco glamour caratterizzato dall’inconfondibile bottiglia dorata.
A questo proposito Rai Cinema, per tutta la durata del Festival, ha in uso VillaMiramare, uno stabile in stile Liberty, situato al Lido di Venezia, proprio accanto al Palazzo del Cinema. In questi spazi e nel circostante giardino si svolgono per tutta la durata della rassegna gli incontri con la stampa, con i registi, gli attori e i produttori dei film.
Bottega Gold è lo spumante ufficiale ed unico di Rai Cinema e in quanto tale verrà servito in queste occasioni di grande visibilità. Un’apposita colonna espositivasarà collocata all’interno della villa, per dare ulteriore risalto al prodotto.
Rai Cinema produttore di diversi film in concorso è un punto di riferimento importante per l’intero Festival, in quanto garantisce una produzione di qualità a sostegno della cinematografia italiana. La programmazione prevede quasi ogni giorno un film targato Rai. Il redcarpet con la tradizionale sfilata di attori, regista e produttore rappresenta per i partner Rai Cinema un momento che coniuga visibilità e prestigio.

Leggi per intero >

PLANETA, UNA FAMIGLIA, LA TERRA…LA SICILIA
sicilia (agrigento) menfi

pubblicato il 29/08/2014 12:01:17 nella sezione "Le cantine"
PLANETA UNA FAMIGLIA LA TERRALA SICILIA
Veronelli diceva che è camminando la terra che si incontrano le donne e gli uomini, si amano i loro prodotti si scoprono le tracce che indicano il percorso verso un futuro, rimettendo al centro di tutto l’uomo e il suo lavoro.
Ed è “guardando la terra” che Alessio, Francesca e Santi Planeta hanno dato vita a questo progetto, ma insieme a loro c’è tutta la famiglia, da generazioni radicata nella realtà agricola siciliana. A cominciare da Diego Planeta, riconosciuto protagonista del rinascimento vinicolo siciliano degli ultimi quarant’anni. Un marchio, una famiglia, che ha puntato ad obiettivi ambiziosi, seguendo la stella polare della qualità.
Quest’anno, 19 agosto 2014, inizia la Ventesima Vendemmia
Ogni vendemmia è diversa dall'altra.
Le stagioni ogni anno diverse, le viti che invecchiano e diventano più sapienti come gli uomini e le donne che lavorano intorno: questa è la vendemmia stessa.
A pochi metri dalla cantina dell'Ulmo le prime uve e assaggiato i primi mosti meno in questi giorni, più di 25 secoli fa qualcuno come millenni orsono, è terra fertile di uva e vino.
Ma questi sono solo i primi giorni di un lavoro che dura mesi, sino a fine ottobre, e alla fine più di 100 persone avranno vendemmiato
Per raccontare questo lungo momento di lavoro e gioia, una immagine, la prima,
fatta dagli uomini dell’azienda, appassionati, che provano a raccontare con strumenti moderni un rito antico.

Leggi per intero >

A OTTOBRE TORNA AUTOCHTONA
Il 20 e il 21 a Bolzano
trentino-alto adige (bolzano - bozen) bolzano - bozen

pubblicato il 26/08/2014 15:27:54 nella sezione "Fiere & eventi"
A OTTOBRE TORNA AUTOCHTONAIl 20 e il 21 a Bolzano
Bolzano, 25 agosto 2014 - Il 20 e 21 ottobre si rinnova l’appuntamento con Autochtona, l’undicesimo Forum nazionale dei vini autoctoni di Fiera Bolzano. Durante la manifestazione, i visitatori potranno degustare e incontrare i produttori di quelle “micro” realtà che custodiscono il patrimonio vitivinicolo autoctono italiano, con una particolare attenzione ai vitigni più antichi, ricercati e anche curiosi: dall’Alionza al Groppello, dalla Cococciola alla Durella, dalla Vernaccia Nera alla Malvasia delle Lipari. Ma anche Longanesi, Prünent, Catarrato e tanti altri ancora.

Una selezione improntata alla qualità e tipicità delle produzioni, che consentirà al pubblico di scoprire e assaporare i gioielli nascosti della vitivinicoltura del nostro Paese. Tra gli appuntamenti più attesi di questa 11^ edizione - che si svolgerà come di consueto in contemporanea con Hotel, Fiera internazionale specializzata per hotellerie e ristorazione - la selezione “Autoctoni che passione!”, dove le migliori etichette in degustazione verranno premiate con gli “Autochtona Award” da una giuria di wine journalist italiani e internazionali. La giornata di mercoledì 22 ottobre sarà invece dedicata ai Vignaioli dell’Alto Adige con i tavoli di assaggio di “Vinea Tirolensis”. Le giornate sul vino di Fiera Bolzano si concluderanno con un focus sul Lagrein. Dopo il successo delle precedenti edizioni, torna giovedì 23 ottobre l’omologa rassegna “Tasting Lagrein”, la degustazione comparativa presieduta quest’anno da Christine Mayr, Presidente di AIS Alto Adige, che assegnerà i riconoscimenti per i migliori vini Lagrein.

Sarà una delle sette donne Master of Wine degli Stati Uniti, la giornalista statunitense Christy Canterbury, la presidentessa della giuria di “Autoctoni che passione!”. A lei e agli altri componenti della giuria spetterà il compito di decretare i top wine dell’edizione 2014.

L’11^ edizione della kermesse è stata preceduta da una originale anteprima in “alta quota”, che si è svolta il 12 agosto a Innsbruck. Alcuni tra i più importanti giornalisti e operatori di settore austriaci hanno infatti degustato le etichette premiate ad Autochtona 2013 in una doppia

suggestiva location: prima nel rifugio Alpenlounge Seegrube, vero e proprio gioiello incastonato a 2000 metri di altitudine nel comprensorio sciistico della Nordkette, e successivamente nel cuore pulsante della città, al ristorante Lichtblick, locale di design con una vista a 360° sul capoluogo del Tirolo. Una degustazione del tutto particolare che ha permesso agli illustri ospiti di valutare se e quanto il dislivello possa incidere sull'espressione del vino, organizzata in collaborazione con l'Associazione dei Sommelier del Tirolo.

La kermesse bolzanina si conferma uno degli appuntamenti vitivinicoli più interessanti nel panorama italiano e non solo. Lo testimonia la grande risposta dei produttori, che a circa due mesi dall’inizio della manifestazione hanno già occupato la quasi totalità degli spazi disponibili. L’edizione 2014 vedrà dunque protagoniste oltre 100 aziende, per un totale di circa 60 banchi di degustazione e più di 300 etichette autoctone provenienti da tutta Italia.

Il 20 e il 21 ottobre, l’appuntamento per aziende, consorzi e operatori professionali è dunque a Fiera Bolzano con Autochtona 2014.
Leggi per intero >

VENETO PROTAGONISTA DELLA FIERA DEL SOCO
Dal 12 al 18 Settembre

veneto (vicenza) grisignano di zocco

pubblicato il 14/08/2014 15:07:55 nella sezione "Fiere & eventi"
VENETO PROTAGONISTA DELLA FIERA DEL SOCODal 12 al 18 Settembre
Ricreare una rete di eccellenze alimentari del territorio veneto, ricostruendo i sapori e i saperi tradizionali della metà del Novecento alla Fiera del Soco: “L’ISOLA DEL GUSTO” è l’iniziativa del network Magnacook, che dal 12 al 18 settembre 2014 porterà a Grisignano di Zocco (Vicenza) alcune perle della produzione gastronomica della regione. Il contesto è quello adatto alla riscoperta del gusto dei nostri nonni, dal momento che la Fiera – nata nel Medioevo e poi cresciuta fino a coinvolgere l’intero paese di Grisignano e richiamare ogni anno oltre 8/900mila visitatori da tutta Italia – trasforma per una settimana questo piccolo centro tra Vicenza e Padova nella capitale dell’artigianato veneto di qualità. Un salto nel passato in uno spazio di 10mila metri quadri con oltre 500 bancarelle, fiera dei cavalli, giostre e giocolieri, come per magia un ritorno al tempo dei nostri nonni e bisnonni: ascoltare le vecchie fiabe, ammirare la perizia delle trecciaiole che intrecciano la paglia di una sedia o i fabbri che lavorano il ferro.
Per la durata di sei giorni un tuffo nel passato, per gli anziani i ricordi di antichi mestieri, artigiani, le trecciaiole, le lavorazioni del ferro, la fiera del bestiame, le lavorazioni del pane fresco, appena sfornato, e poi gli artisti di strada, e per i bimbi cose nuove, insolite, che la vita cittadina non fa conoscere, animali, dolci, enormi schidioni di polli che girano, grigliate sui fuochi scoppiettanti, il Luna Park, palloncini, colori, suoni e poi i fuochi d’artificio, ed infine…l’isola del gusto:

A selezionare le aziende che creano “L’Isola del Gusto” è Magnacook, che dopo il successo di “Slurp2014” a Schio intende creare un evento collaterale dalla forte connotazione gastronomica. In una tensostruttura di 500 metri quadri ci saranno così prodotti di nicchia come i formaggi delle montagne venete, la cioccolata e i biscotti, l’olio, i prosciutti, i salumi, le confetture, gli spumanti, tutto a chilometri zero: una vera e propria isola del gusto antesignana dello “street food” dove si potranno assaggiare e acquistare prodotti del territorio veneto, tra i quali i formaggi del Caseificio di Posina, gli spumanti di Marcato, le torte e i magnifici prodotti di Maistrello per la gioia dei grandi e dei piccini, i salumi di Valpasubio, il riso di Abadesse, le birre K&L le farine di Casarotto :

fianco a fianco con la mostra degli antichi mestieri “L’ISOLA DEL GUSTO DI MAGNACOOK” troverà posto un focus specifico sulle eccellenze alimentari del territorio che rappresentano un patrimonio culturale; infatti è proprio la “storia” delle nostre abitudini culinarie una delle espressioni più profonde della cultura di un Paese, il frutto della storia e della vita dei suoi abitanti, diversa da regione a regione, da città a città, da villaggio a villaggio.
Il cibo e la cucina raccontano chi siamo, si riscoprono le nostre radici che si evolvono con noi, e ci rappresentano al di là dei confini.
La cultura della cucina è anche una delle forme espressive dell'ambiente che ci circonda, insieme al paesaggio, all'arte, a tutto ciò che crea partecipazione della persona in un contesto.
È cultura attiva, frutto della tradizione e dell'innovazione e, per questo, da salvaguardare e da tramandare con l'insieme di usi e costumi, di stili di vita, di consuetudini e di tradizioni degli uomini. E civiltà del gusto, di quel senso preposto al piacere della tavola - quel gusto capace di affinarsi, di perfezionarsi, di riscoprire sapori perduti e di tentare il palato anche con il nuovo - vuol dire l'insieme dei valori che anche attraverso la tavola un popolo si tramanda, rinnovandoli continuamente, e che ne costituiscono l'identità culturale. Salvaguardare il gusto, quindi, diventa un elemento essenziale per la difesa non solo della civiltà della tavola, ma dell'identità stessa di un popolo.

Leggi per intero >

VINO ROSSO E OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
L'accoppiata vincente per vivere in salute

pubblicato il 13/08/2014 12:27:11 nella sezione "News Wine"
VINO ROSSO E OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVALaccoppiata vincente per vivere in salute
a cura di Alessandra Conforti

Ogni giorno i medici ci ricordano quanto una corretta alimentazione sia alla base di una vita salutare. Tanta frutta e verdura, pochi grassi e cibi ricchi di polifenoli, antiossidanti naturali che contrastano i radicali liberi. Secondo una ricerca dell'Università di Barcellona recentemente pubblicata sulla rivista "BMC Medicine" assumere quantità giornaliere limitate di vino rosso e olio extravergine di oliva e di tutti gli alimenti ricchi di polifenoli, ridurrebbe le cause di mortalità. Sempre secondo la ricerca, l'olio extravergine di oliva, dovrebbe prevenire l'insorgere di malattie cardiovascolari così come l'assunzione di vino rosso. Ovviamente si parla di un'assunzione controllata che rispecchi determinate quantità giornaliere perché, sia il vino che l'olio, pur essendo alimenti sani, possono avere effetti "indesiderati" e addirittura dannosi per la salute, se assunti in quantità esagerate. Morale della favola, un buon bicchiere di vino al giorno e qualche cucchiaino d'olio extravergine di oliva non danneggiano la nostra salute, anzi l'aiutano. L'importante è non esagerare!
Leggi per intero >

SAGRA DELLA CANNELLETTA
A Castel Viscardo la riscoperta della "sagra"
umbria (terni) castel viscardo

pubblicato il 13/08/2014 11:57:45 nella sezione "Fiere & eventi"
SAGRA DELLA CANNELLETTA A Castel Viscardo la riscoperta della sagra
Il bello di questa sagra, che riprende il significato più profondo del concetto di “sagra” (dal sagrato delle chiese, i primi luoghi dove si organizzavano le feste popolari) è che ogni giorno propone un piatto diverso. Così passato l'appuntamento con "Calici di Stelle" le prossime date dedicate al vino e più in generale all'enogastronomia, saranno quelle dal 14 al 23 agosto. La location è Piazza 4 Novembre e la kermesse è la “Sagra della Cannelletta” che da 49 anni fa parte delle consuetudini storiche del paese, quelle irrinunciabili.Ad organizzare l’evento enogastronomico, come sempre, è la Pro Loco di Castel Viscardo che, con il patrocinio del Comune di Castel Viscardo, per dare un significato più profondo a questo momento di convivialità, ha cercato di ricostruire la storia di un paese partendo da alcuni interrogativi fondamentali:
"Nelle sagre e nelle celebrazioni che le accompagnano, si rinviene uno degli archivi più antichi del gusto e del costume popolare". Può essere una sagra di paese movimento culturale e manifestazione storica di un borgo e della sua gente? Si possono riscoprire le ragioni economiche e sociali che ne hanno interessato l'organizzazione dal lontano 1966, oltre il facile guadagno portato da nuovi innesti culinari? E tutto questo nel momento che viviamo, nel proliferare di questo fenomeno, a volte tutt'altro che tipico, proprio dell'attuale melting pot culturale?

E la risposta è, appunto, la storica Sagra della Cannelletta divenuta testimonianza diretta della passione e l'amore dei castellesi per il loro paese e l'ospitalità che da sempre li contraddistingue, tra giri di cantine e merende in compagnia.



La prima "Sagra della Cannelletta col prosciutto e la porchetta" fu organizzata nell'agosto del 1966. A quei tempi c'era ancora l'usanza di fare il vino nelle piccole cantine, una produzione familiare che stentava un po' nella vendita all'ingrosso, per questo spesso si chiedeva il permesso alle autorità del paese di vendere le eventuali giacenze annuali anche al minuto, cioè con una vera e propria mescita ai piccoli compratori e bevitori occasionali, detta "Cannelletta", dalla cannella messa alla botte da cui si spillava il vino. L'iniziativa poteva portare vantaggi alla già presente usanza dei produttori locali e, per questo, fu accolta con favore. Inoltre, data l'originalità dell'evento, avrebbe portato in paese, un po' per piacere, un po' per curiosità, anche molta gente dei dintorni, e così successe!
Leggi per intero >

CANTINE CASABELLA
Aumenta l'export in Sudamerica
emilia-romagna (piacenza) ziano piacentino

pubblicato il 08/08/2014 15:36:00 nella sezione "Le cantine"
CANTINE CASABELLAAumenta lexport in Sudamerica
Ottima annata per le Cantine Casabella sul fronte del territorio latino-americano: il 2014, stando alle stime ed ai numeri fin qui riportati, raddoppierà il numero di esportazione, con una lievitazione del fatturato pari a circa mezzo milione di euro. Una conquista significativa, in un paese in cui la consumazione di vino è ancora messa in penombra dalla forte presenza della birra. Ma il vino piacentino pare piacere e questo risultato, importantissimo, è la conferma di un ottimo lavoro di squadra ed una buona riuscita dei rapporti intrecciati dall’export manager del continente americano, Antonio Maccieri. Cantine Casabella, sul territorio transoceanico dal 2009, presenta già diversi importatori, interessati alla qualità ed alla tipicità del prodotto italiano, piacentino in particolare.
"I vini più richiesti sono quelli della tradizione locale. Quindi siamo su importanti numeri di imbottigliamento per quanto riguarda malvasia, bonarda, i vini della linea “Mont’Arquato” come cabernet-sauvignon, gutturnio riserva e barbera. Quest’anno i numeri saranno incrementati anche grazie alla forte entrata sul mercato del nostro “Lambrusco Emilia IGT”, molto amato per la sua tipicità italiana
spiega il direttore di Cantine Casabella Gianfranco Rossi.
"Questo è un ottimo risultato che rafforza la nostra presenza nel settore dell’esportazione e che rappresenta la forza di un prodotto tipico, il vino, in cui questo territorio deve continuare a credere. È senza dubbio il risultato di un lavoro di squadra; ma accanto a noi produttori, che ogni giorno dimostriamo la capacità del nostro lavoro e del nostro impegno, chiediamo la presenza delle istituzioni: per un maggior dialogo ed una migliore resa produttiva che riconosca la potenza di un mercato ancora sottovalutato

Leggi per intero >

ORECCHIETTE E...
A ogni piatto il suo vino

pubblicato il 08/08/2014 15:27:31 nella sezione "News Wine"
ORECCHIETTE E...A ogni piatto il suo vino
Le 'nchiosce sono i vicoli del borgo antico di Grottaglie (Taranto, Puglia) e sono stati in festa il 4 e 5 Agosto 2014 per la quarta edizione di Orecchiette delle 'Nchiosce, dove i migliori prodotti dell'enogastronomia pugliese hanno fatto da contorno agli stand in cui 12 chef hanno preparato diversi piatti di orecchiette e 10 cantine regionali hanno presentato i loro vini.

La valorizzazione dell'enogastronomia di qualità deve diventare un obbligo per tutte le manifestazioni, affinchè la diffusione della cultura del mangiare e del bere bene possa contaminare chiunque vi partecipi. Da questo presupposto è nata la collaborazione tra Vinoway Italia e gli organizzatori di Orecchiette nelle 'nchiosce, per fare cultura attraverso il convivio, svestendolo del suo carattere a volte troppo serioso.

Attraverso il format Take! ideato da Davide Gangi ed organizzato dall'Associazione Vinoway Italia, i commensali compongono una giuria che non giudica tecnicamente la bontà di un piatto piuttosto che di un vino - la maggioranza di chi lavora con l'enogastronomia, ha imparato a fare qualità - bensì valuta il migliore abbinamento di un piatto e del vino proposto, scambiandosi pareri ed opinioni.

La giuria di questa edizione è stata formata da Rudy Lazzaro, Francesco Galeone, Michele Traversa, Adriano Anglani, Pino De Luca, Davide Gangi, Valentina De Palma, Ciro Petrarulo e Malinda Sasso.

A loro gusto è toccato omaggiare ogni chef con un piatto realizzato dalla grottagliese Cinzia Fasano, e decretare qual è il miglior vino da abbinare alle orecchiette da loro preparate.

A "Orecchiette al pomodorino candito, fagiolini, ricotta dura affumicata e scorzetta di limone" di Maria Cicorella (Pashà di Conversano) si è abbinato il vino rosato Grècia Rosè - Rosato di Negroamaro Salento IGP - di Paolo Leo.

A "Orecchiette al mirto e tartufo del Salento" di Giuseppe Lolli (Baké di Torre dell’Orso) si è abbinato il vino rosso Violante - Nero di Troia DOC 2011 - di Rivera.

A "Orecchiette con crema di pomodoro al forno, melanzane e formaggio dei poveri" di Mario Musci (Gallo Restaurant di Trani) si è abbinato il vino rosso Negroamaro - IGT Salento 2011 - di Cantele.

A "Orecchiette al pesto pugliese e cacio ricotta di Alessandro Guardino (Il Manzoni di Francavilla Fontana) si è abbinato il vino rosso Primitivo del Salento - Rosso IGT 2013 - di PRUVAS.

A "Orecchiette con pomodorini, fiori di zucchina, basilico e caciocavallo della Murgia dei trulli di Martino Convertino (Casa Nova di Alberobello) si è abbinato il vino rosato Petrarosa - Primitivo 2013 - di Albea.

A "Orecchiette con capocollo di maiale nostrano, filetto di pomodoro con rucola e pecorino Don Carlo di Sabrina De Felice (Ristorante le Ceramiche di Grottaglie) si è abbinato il vino rosato Pungirosa - Bombino Nero DOCG 2013 - di Rivera.

A "Orecchiette con cozze nere di fondo, filetti di seppia, gialletto brindisino, cacio e rucola di Vito Morleo (Terrazza Buena Vista di Brindisi) si è abbinato il vino bianco Maiana - Bianco Salice Salentino DOC 2013 - di Leone de Castris.

A "Orecchiette mantecate con burratina affumicata di Gioia del Colle, friggitello salato e caramelle di pomodoro di San Marzano di Giacinto Fanelli (Biancofiore di Bari) si è abbinato il vino bianco Estella - Fiano Salento IGP 2013 - di Cantine San Marzano.

A "Orecchiette con pomodorini su vellutata di fave e pane croccante di Antonio Turrisi (Il Pizzicagnolo di Grottaglie) si sono abbinati il vino rosso Primitivo del Salento - Rosso IGT 2013 - di PRUVAS ed il vino rosso Negroamaro - IGT Salento 2011 - di Cantele.

A "Orecchiette con peperoni arrostiti, capperi, olive nere e pane fritto di Salvatore Amato (La Cuccagna di Crispiano) si è abbinato il vino rosato Maiana - Rosato Salice Salentino DOC 2013 - di Leone de Castris.

A "Orecchiette con «prugghiazza» (porcellana) olio extravergine di oliva, aglio, acciughe, alloro, peperoncino e pane fritto di Arcangelo Mita (Casa Mita di Pulsano) si è abbinato il vino rosato Grècia Rosè - Rosato di Negroamaro Salento IGP - di Paolo Leo.

A "Orecchiette «Moijto» con vongole, gamberi, menta e limone di Alessandro Caliolo (Il Vulcano di San Vito dei Normanni) si è abbinato il vino rosso Falò - Malvasia Nera Salento IGP 2013 - di Cantine San Marzano.

Davvero gustose si sono rivelate sia le pietanze che i vini presentati, tra tutti l'abbinamento che ha riscosso maggior successo è stato quello tra le Orecchiette preparate da Maria Cicorella ed il vino rosato Grecìa di Paolo Leo.
Leggi per intero >

FESTA DEL VINO DEI COLLI DEL TEVERE
A Castiglione in Teverina
lazio (viterbo) castiglione in teverina

pubblicato il 07/08/2014 11:54:48 nella sezione "Fiere & eventi"
FESTA DEL VINO DEI COLLI DEL TEVEREA Castiglione in Teverina
AC

Proseguirà fino al 10 agosto la Festa del Vino dei Colli a Castiglione in Teverina in provincia di Viterbo, probabilmente in più grande festival enologico e della cultura giovanile di tutto il centro Italia. Definita anche dagli organizzatori la "Woodstock del vino della Tuscia", la Festa del Vino dei Colli si presenta come l'occasione ideale per conoscere le cantine e le aziende che producono vino nella Strada del Vino dei Colli. I vini, presentati da esperti enologi e sommelier delle aziende, si potranno degustare e assaporare per imparare a conoscere o per riscoprire, questo meraviglioso territorio. In programma, oltre alle degustazioni, teatro, musica e artisti di strada per rallegrare le giornate all'insegna del vino.
Leggi per intero >

ASPETTANDO LE STELLE CADENTI
Alla tenuta Cerulli Spinozzi
abruzzo (teramo) canzano

pubblicato il 07/08/2014 11:41:24 nella sezione "Fiere & eventi"
ASPETTANDO LE STELLE CADENTIAlla tenuta Cerulli Spinozzi
La notte di San Lorenzo evento speciale con l’Associazione Italiana Sommelier. Alle 19 la visita della cantina, poi al casolare in collina concerto jazz e cena con prodotti tipici e i vini dell’azienda teramana
CANZANO – Serata "aspettando le stelle cadenti" alla tenuta Cerulli Spinozzi nella notte di san Lorenzo. L'evento, organizzato insieme all'Ais (Associazione Italiana Sommelier) di Pescara si svolgerà il 10 agosto a partire dalle 19 nell'azienda agricola di Canzano (strada statale 150, km. 17.600). La serata inizierà con la visita dell’azienda e della cantina. Poi, intorno alle 20.30, appassionati e turisti raggiungeranno la “casina” – un antico casolare recentemente ristrutturato – sul poggio più alto del vigneto dal quale ammirare al tramonto il suggestivo panorama che si apre da un lato sulle vette del Gran Sasso e, dall’altro, sulla costa teramana.
Alla “casina” si svolgerà la cena buffet con alcune tra le “eccellenze” della cucina abruzzese e i migliori vini della tenuta. Alla degustazione parteciperà Luca Panunzio, vicepresidente Ais Abruzzo. Cena e degustazione saranno accompagnati dal concerto jazz del gruppo “Macabros”.

Leggi per intero >

L'ESTATE NEL SUD EST E' iLIVEPLANETA
Aperitivi e musica in vigna
sicilia (agrigento) menfi

pubblicato il 04/08/2014 15:26:27 nella sezione "Fiere & eventi"
LESTATE NEL SUD EST E iLIVEPLANETAAperitivi e musica in vigna
Un invito al viaggio dentro il territorio che circonda le città tardobarocche del Val di Noto,
patrimonio dell'Unesco, per un'esperienza che è enogastronomica, culturale e naturalistica insieme: la
"formula magica" di iLive Planeta si presenta come un appuntamento imperdibile per l'estate nel
Sudest siciliano.
In tre date - il 9, il 16 e il 23 agosto (alle 19.30) - Planeta proporrà nella sua cantina di
Buonivini, a Noto (Siracusa), tre appuntamenti, con uno specifico programma artistico e menù
tematico, tutti accomunati dal desiderio di far vivere agli amanti del vino e della musica un momento
speciale, al tramonto, nel cuore di 50 ettari di vigneti. In coincidenza con le notti magiche di San
Lorenzo e Ferragosto, la tenuta di Buonivini, immersa nel verde delle colline netine e che si affaccia verso il
mar Mediterraneo, è il luogo ideale per una "pausa" di pace e bellezza.
Oltre alla degustazione dei vini del territorio - i D.O.C. Noto Santa Cecilia, Moscato di Noto,
Passito di Noto - che proprio qui vengono prodotti, e alla valorizzazione dei più giovani e talentuosi
artisti siciliani che si esibiranno tra i carrubi che circondano l'antico palmento, iLive Planeta invita gli
appassionati alla visita della propria "Cantina invisibile". Nel desiderio di minimizzare l'impatto
ambientale, infatti, la cantina di Buonivini è interamente sotterranea e rappresenta ancora oggi un progetto
assolutamente innovativo, nato dalla perfetta combinazione tra esigenze tecniche, tradizione enologica e
moderne soluzioni architettoniche, che esprime al meglio la vocazione eco-friendly dell'azienda e di
questo sito in particolare.
I country happy hour a Buonivini, che già nelle passate edizioni di iLive Planeta sono stati
particolarmente amati sia da chi ha scelto il Sudest siciliano per trascorrere le proprie vacanze sia da chi vive e
ama questo territorio in tutte le stagioni, quest'estate si caricano di un particolare significato, grazie alla
coincidenza con i 20 anni di Planeta. Nel 2014, l'azienda ha deciso di festeggiare questo
"compleanno" con un calendario di eventi nelle proprie cantine e nel mondo, trasformandolo in un'occasione
per condividere i racconti della propria storia di vino, olio e ospitalità, che ha come
comune denominatore l'amore per la Sicilia.
***
iLive Planeta fa parte del programma "Agosto in Cantina" condiviso con la Strada del Vino del Val di
Noto.
Il costo è di € 20.00 (bambini da 10 a 17 anni € 7.00)


Ospitalità: la cantina di Buonivini offre la possibilità di soggiornare nelle Case Sparse, piccole
abitazioni rurali color rosso amaranto, immerse nelle vigne, ristrutturate nel rispetto della tradizione contadina
e arredate con le creazioni di Costanza Algranti, realizzate interamente con materiali di recupero.

Prossimi appuntamenti in questa cantina: iLive Planeta (9,16 e 23 agosto 2014); Vivere Vendemmia
(9-13 settembre 2014); Santa Cecilia Day (22 novembre 2014).
Leggi per intero >

VINITALY 2015
Si prepara un'edizione speciale
veneto (verona) verona

pubblicato il 04/08/2014 15:10:17 nella sezione "Fiere & eventi"
VINITALY 2015Si prepara unedizione speciale
Si prepara un'edizione tutta speciale per Vinitaly 2015 in programma dal 22 al 25 marzo del prossimo anno. Come di consueto, in contemporanea si svolgeranno anche Sol&Agrifood ed Enolitech, ed è proprio sulla sinergia che da sempre contraddistingue le tre manifestazioni che punta Veronafiere per valorizzare, in chiave business, l'unico appuntamento fieristico a livello internazionale in grado di fornire una visione a 360° della filiera vitivinicola e di quella oleicola, partendo dai mezzi tecnici fino alla produzione.
Giovanni Mantovani, Direttore Generale di Veronafiere ha dichiarato:
"La concorrenza internazionale è sempre più agguerrita ma l'esperienza di Vinitaly garantisce risultati commerciali concreti

A conferma, i dati provenienti dall'indagine sulla "customer satisfaction" realizzata a conclusione di Vinitaly 2014, dalla quale è risultato che durante i quattro giorni di manifestazione il 68% degli operatori stranieri – 53.000 da 120 Paesi su un totale di 155.000 – ha realizzato ordini di acquisto, mentre il 73% ha trovato nuovi fornitori. Alla stessa indagine, il 97% degli espositori ha dichiarato di voler riconfermare la propria presenza nel 2015.
Le iscrizioni sono già aperte e potrebbero confermare la tendenza emersa negli ultimi due anni, che ha visto un crescente numero di aziende investire risorse in uno stand proprio piuttosto che continuare a condividere uno spazio collettivo istituzionale, per avere maggiore visibilità e incrementare il numero di contatti con buyer italiani ed esteri.
Leggi per intero >

VISITA NELLE CANTINE A BOLZANO
In autunno piatti dedicati e il tradizionale Törggelen
trentino-alto adige (bolzano - bozen)

pubblicato il 04/08/2014 14:59:33 nella sezione "Fiere & eventi"
VISITA NELLE CANTINE A BOLZANOIn autunno piatti dedicati e il tradizionale Trggelen
30 giorni per festeggiare l’autunno con i suoi sapori e i colori inconfondibili. Le sfumature del marrone colorano piatti e paesaggi: funghi, castagne, boschi che sembrano cartoline. Rigorosamente autunnali. In poche parole, ecco l’autunno di Bolzano. E insieme alle parole ecco qualche numero che completa l’idea dell’Autunno in festa di Bolzano. Il comune della città possiede ancora oltre 500 ettari di superficie vitata e quasi 30 cantine, guadagnando a tutti gli effetti il titolo di città del vino. Dal 14 ottobre al 15 novembre sono 8 i ristoranti che propongono piatti autunnali, accompagnati naturalmente dal buon vino di Bolzano.

La città di Bolzano parla di vino da est a ovest: la collina del Santa Maddalena che conferisce il nome ad uno dei rossi più apprezzati, scende dolcemente verso il centro intrecciando i suoi filari con l’architettura urbana. Il terreno della pianura è invece luogo ideale per far crescere il Lagrein, vitigno autoctono dal ricco bouquet e dal colore intenso.

Nei sabati di ottobre, l’Azienda propone “Bacchus Urbanus”, escursioni guidate nelle zone di produzione del Santa Maddalena e del Lagrein con visita e degustazione a una cantina vinicola.

Ecco gli appuntamenti:

Sabato 4 ottobre – maso Kandlerhof

Sabato 11 ottobre – tenuta Eberlehof

Sabato 18 ottobre – tenuta Schmid Oberrautner

Sabato 25 ottobre – tenuta Rottensteiner

Intanto, per tutto l’autunno, nei masi situati tra vigneti e i castagneti, si possono assaporare i piatti tradizionali del Törggelen, assieme al vino novello. Un’antica tradizione che consiste in una sorta di cammino a tappe di maso in maso, tra vigneti e castagneti, dove le contadine preparano pietanze semplici e gustose della tradizione familiare. Una tradizione autunnale legata alla degustazione del vino novello, che inizia a ottobre e si protrae fino alla fine di novembre.



Sapore d’autunno anche in centro città: 8 ristoranti propongono menu a base di funghi, castagne e altre prodotti autunnali. Ecco la ista dei ristoranti che dal 14 ottobre al 15 novembre propongono pie tanze autunnali in occasione di AUTUNNO IN FESTA



Hotel Città Stadthotel, Piazza Walther 21 – T 0471 975221

Forsterbräu Central, via Goethe 6 – T 0471 977243

Franziskanerstuben, via dei Francescani 7 – T 0471 976183

Löwengrube, piazza Dogana 3 - T 0471 970032

Lunas, Via Piave 16 – T 0471 975642

Paulanerstuben, Via Argentieri 16 – T 0471 980407

Vögele, Via Goethe 3 – T 0471 973938

Fink, via della Mostra 9 – T 0471 975047

E accanto alle leccornie autunnali, Bolzano offre tante occasioni culturali e artistiche, come i castelli aperti al pubblico (Castel Firmian che ospita uno dei celebri musei di Reinhold Messner, il Messner Mountain Museum Firman; Castel Roncolo, raggiungibile a piedi dal centro di Bolzano lungo una splendida passeggiata che costeggia il fiume Talvera;) oppure i numerosi musei, tra cui l’imperdibile Museo Archeologico che ospita Ötzi (la mummia chiamata anche Ice Man) e il Museion, mecca dell’arte contemporanea.
Leggi per intero >

LEGAMBIENTE PREMIA LA CANTINA BARONE PIZZINI
Il Curtefranca Rosso della cantina di Provaglio di Iseo unico vino lombardo sul podio
lombardia (brescia) provaglio d'iseo

pubblicato il 01/08/2014 11:33:17 nella sezione "Le cantine"
LEGAMBIENTE PREMIA LA CANTINA BARONE PIZZINIIl Curtefranca Rosso della cantina di Provaglio di Iseo unico vino lombardo sul podio
Parla bresciano l'unico vino lombardo tra i premiati con il riconoscimento nazionale di Legambiente “Miglior vino biologico del 2013” nel corso della XXIIIesima edizione della "Rassegna degustazione nazionale di oli e vini biologici" che, tra i molteplici eccellenti vini e oli biologici di tutta Italia, ha visto salire sul podio solo 48 prodotti: 16 vini e 32 oli.

Si tratta del Curtefranca Rosso Doc 2011 della Barone Pizzini di Provaglio d’Iseo, vincitore per la categoria “Selezione Rossi Giovani”: il profumo di frutti rossi e spezie, la morbidezza e la giusta tannicità al palato hanno letteralmente conquistato la giuria del Premio, regalando una grande soddisfazione al Direttore della cantina Silvano Brescianini: “Siamo stati i pionieri in Franciacorta per il biologico ed è fonte di entusiasmo vedere come tanti produttori locali stiano procedendo alla conversione. Il biologico è un valore aggiunto, il mezzo per produrre vini di qualità nel segno dell'attenzione all'ambiente e al consumatore. L'auspicio è che per le prossime edizioni del Premio la Lombardia faccia un balzo in avanti conquistando posizioni nella classifica delle regioni più premiate".

"Le produzioni di qualità e a marchio – spiega Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente – rappresentano per noi il primo criterio di selezione, e di garanzia, per un prodotto che rappresenti la bellezza del nostro paese nel settore enogastronomico. La "Rassegna degustazione nazionale" rappresenta un percorso di qualità su cui Legambiente continua a puntare, anche in un momento di grande crisi come quello attuale”.

I vini partecipanti alla "Rassegna" sono stati esaminati da una commissione presieduta dal prof. Giancarlo Scalabrelli, docente di Viticoltura dip. Coltivazione dell'Università di Pisa, e da un panel di esperti del settore. La commissione ha selezionato vini bianchi, rosati, rossi giovani, rossi affinati, vini da dessert, spumanti e vini autoctoni, decretando per ogni categoria i vincitori.

Leggi per intero >

FRANCIACORTA E ALITALIA
Per scoprire il territorio del Franciacorta

pubblicato il 01/08/2014 11:19:04 nella sezione "News Wine"
FRANCIACORTA E ALITALIAPer scoprire il territorio del Franciacorta
Franciacorta e Alitalia hanno il piacere di annunciare la personalizzazione di un aeromobile Alitalia A330 che opererà per un anno sulle rotte intercontinentali offrendo ai passeggeri una mostra di immagini che raffigurano il territorio franciacortino.


Il logo Franciacorta, apposto sulla fusoliera all’altezza del portellone, accoglie i passeggeri all’ingresso dell’aereo; ventisei cappelliere all’interno dell’aeromobile raccontano la Franciacorta con fotografie suggestive di vigneti, cantine, bellezze paesaggistiche e luoghi di interesse storico, artistico e culturale.


La Mostra di Franciacorta sale a bordo dell’ Airbus A330 di Alitalia, aeromobile di ultima generazione configurato in tre classi di servizio, Magnifica, Business Class, Classica Plus, la Premiun Economy e la Classica, la Economy.


Questa iniziativa rientra nell’ambito di una collaborazione più ampia tra Franciacorta e Alitalia, siglata a gennaio 2014, con l’obiettivo di promuovere l’eccellenza italiana nel mondo.


Tra i progetti realizzati spicca “Cuvée Magnifica”, un Franciacorta realizzato ad hoc per Alitalia con uve Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Bianco, con affinamento di 18 mesi sui lieviti, e servito a tutti i passeggeri che viaggiano in Magnifica, la business class della compagnia, in abbinamento agli esclusivi e pluripremiati menù della tradizione italiana offerti a bordo.

Leggi per intero >
Clicca sui numeri per scorrere le news
1
Prenota Degustazioni
Cerca il tuo vino
per territorio, caratteristiche e prezzo

Aziende Vinicole

ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News Wine
Cielo e TerraAcquisisce il 50% del marchio Maia
Le Manzane Natale 2017: il Prosecco Docg che aiuta i disabili
Enartis presenta Zenith: la rivoluzione nella stabilizzazione del vino
CONSORZIO VINO NOBILE DI MONTEPULCIANOPiero di Betto nominato Presidente
SILVER COCKTAIL BRANDIMARTEAlla Loggia di Piazzale Michelangelo 92esima edizione di Pitti Immagine Uomo
Wine World
TOP WINE DALLARGENTINADa oggi in Italia su buenowine.com
OFFERTA VINI INTERNAZIONALIPromozione BuenoWine
LA PREGIATA UVA MALBECUn vitigno importante con spiccate caratteristiche
VINI UNICIBueno Wine seleziona i migliori vini dal mondo
I VINI ARGENTINI CRESCONO E si fanno apprezzare nel mondo
Le cantine
#BEVISORDO A COLLISIONIIl 13 Luglio 2017
SORDO VINIGrande successo per levento I Fantastici 8 Cru di barolo 2013
CANTINE LA PERGOLA: da Moniga del Garda (BS) la sfida bio di un nuovo brand da 300 mila bottiglie
ROSE 2012 DI BARONE PIZZINIMiglior metodo classico Bio dItalia
 DI KANDINSKY LA LIMITED EDITION DE LA GROLA 2013 DI ALLEGRINIIl Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo al Vinitaly per la presentazione ufficiale
Enologo e agronomo
Passaporto genetico dei principali vitigni autoctoni Italia
In breve:Vino In Purezza
Roberto Cipresso
Luca DAttoma
Asso Enologi
Salute e benessere
UVA DENTRO E FUORI LA SPAAlto Adige. Autunno in bellezza con i trattamenti all’uva di Terme Merano
VINO E BENESSERETutto il buono del vino
VINO & SALUTELassociazione che promuove la ricerca scientifica sugli effetti benefici del vino.
Piante Resistenti a Malattie Fungine: Meno Anticrittogamici in Vigna
Solo in Ottobre: l’Uva Fresca di Vendemmia   SCOPRI LOFFERTA
Wine style
CANTINE ENOTECHE E VINERIECome risparmiare con la tipografia online
VACANZA ENOGASTRONOMIA IN UMBRIAWine Break destate a Torgiano
CONCORSO FOTOGRAFICO PIACENZA DOROLeccellenza in uno scatto
A SPASSO PER ROMAGirovagando con gusto
INTERVISTA A ALESSANDRA CONFORTIL’importanza della comunicazione nel settore vitivinicolo
Guide
PRESENTATA A BERGAMO LA NUOVA GUIDA ORO I VINI DI VERONELLILa nuova edizione della guida Oro
TUTTE LE NOVIT DELLA GUIDA ORO I VINI DI VERONELLI 2016A Siena svelati i prestigiosi Sole
I SUPER TRE STELLE 2016 PREMIATI DALLA GUIDA ORO I VINI DI VERONELLIEcco i vini
LA GUIDA SUL LAMBRUSCO86 schede con i migliori vini le analisi sensoriali immagini e dati tecnici di produzione
Slow Food presenta: Il Vino Quotidiano
Fiere & eventi
Nuovo Curatore per la Guida Oro VeronelliAndrea Alpi Responsabile Formazione
Fieragricola Enovitis in Campo fa già il Pieno di IscrizioniGrande Partecipazione ai Convegni
Main Event Cocktail Show alla sua terza edizione stupisce ancoraAl via la seconda giornata di Food&Wine in Progress
MAIN EVENT COCKTAIL SHOWIn occasione di Food&Wine in Progress a Firenze Stazione Leopolda
ORTE IN CANTINAPercorso itinerante tra specialità locali e vini di qualità
Ristoranti
RISTORANTE AL CAPITELLOL’eccellenza dai sapori naturali
A FIRENZE CUCINA ETRUSCADai lampascioni al garum
OSTERIA DE LORTOLANORicercatezza delle Materie Prime e Alta Qualità a Due Passi dal Duomo
TAVERNA ANGELICAAutenticità e Cortesia nel Cuore di Roma
TRANI LA CENA DEI COLORILa primavera servita a tavola
Compro e vendo
VENDESI Azienda Gaiole in Chianti
VENDESI Azienda agricola Montepulciano - COD. PPEI000053
VENDESI Azienda agricola Montepulciano - COD. CSDT000345
VENDESI Azienda agricola Montepulciano - COD. RPDT000448
VENDESI Azienda agricola Grosseto - COD. RSDT000473
Il ricettario
PASTA FRESCA ALLE ROSOLINE DI CAMPOPerfetto abbinamento con Prosecco Superiore DOCG
BISTECCA ALLA FIORENTINA E CHIANTIUno dei piatti più famosi al mondo unito ad un grande vino
VIN BRULEPreparazione e Storia
Torta Ubriaca con Cioccolata e Vino Rosso
Orzotto con pere e radicchio rosso affogato al Vino Rosso
Arte Wine
A Firenze il Chianti Classico Colle Beretoe l’EnoArte di Elisabetta Rogai brindano alla tecnologia della nuova Classe A della GMG Mercedes
ELISABETTA ROGAI A MILANORassegna Cibum Nostrum
ENOARTE E LA PUGLIAAl Gourmettino l’Osteria Contemporanea di Domenico Cilenti
QUATTRO VINI DI SIENA PER ELISABETTA ROGAIL’artista fiorentina dipinge anche con il vino del territorio senese il Drappellone del Palio dell’Assunta
DIPINGERE COL VINO?Adesso è un film-documentario su Arianna Greco
Enoteche
ENOTECA PROVINCIALE DEL TRENTINODegustazione di vini salumi e formaggi
ENOTECA VINCANTO MilanoZuppa di cipolle di Isabella
ENOTECA PALAZZO PICCOLOMINI SIENANel 1987 ho ideato a Siena Le Bollicine primo bar à vin della città del Palio.
ENOTECA REGIONALE EMILIA ROMAGNAdal 1970 per difendere i vini del territorio Emiliano
ENOTECHE ITALIANE IN RETEComunicazione tra le enoteche italiane i produttori di vino ed il numeroso pubblico di internet.
Vini Italiani
NOCCHINO E FOGLIA TONDA DI PODERE EMAUn viaggio fra i sapori della Toscana
IL SOLE DEI TEMPIDa Massucco un vino da provare
IL VINO PI PREZIOSODalle Cantine Ravazzi agli amanti del buon vino
DIVINITYTutto il prestigio delle bollicine
IL BAROLOUn Nettare che Arriva dal Nebbiolo
Non solo vino
FENIMPRESE FIRENZE ADOTTA LA PIATTAFORMA DIGITALE FENPLACEPiattaforma digitale di comunicazione
RINASCE CON LA TERZA GENERAZIONE IL MARCHIO BRANDIMARTEGrazie alla nipote Bianca Guscelli
ACETO BALSAMICO DEL DUCA CELEBRA I 125 ANNI DI STORIABottiglia limited edition dal logo in lamina doro
RIVIERA GINDalla Romagna il primo e unico gin italiano prodotto con distillato di vino
FIRENZE ALLA SCOPERTA DEI SAPORI DELLA PUGLIAVenerdì 10 giugno al Ristorante Tosca