The wine italia, il nuovo modo di conoscere il vino. Testata giornalistica in corso di registrazione. Direttore Responsabile Alessandra Conforti. TheWineItalia è un prodotto "Web Mouse Consulting Srl" Strada di Rovereta 42, 47891 Falciano (RSM), e-mail info@thewineitalia.com
Strip Sinistra
Strip Destra
NEWS WINE
Condividi nei social network   

L'accordo Politico sulla PAC al Centro di uno Studio di Nomisma


pubblicato il 17/07/2013 11:16:24 nella sezione "News Wine"


Laccordo Politico sulla PAC al Centro di uno Studio di Nomisma
Bologna, 12 luglio 2013-L’accordo politico raggiunto sulla PAC il 26 giugno scorso ha introdotto la programmazione produttiva per i prosciutti a denominazione di origine dopo che il “pacchetto latte” la aveva concessa per i formaggi. Si tratta sicuramente di uno strumento utile per i Consorzi di Tutela dei prosciutti italiani, soprattutto alla luce delle quantità che annualmente vengono certificate e immesse sul mercato e che non trovano paragoni con i prosciutti Dop degli altri paesi europei. Basti pensare che il più “grande” prosciutto Dop spagnolo, il Jamon de Teruel, certifica ogni anno 470.000 cosce contro il nostro Parma che annualmente supera invece i 9 milioni di prosciutti marchiati.

Considerando che di questi meno del 30% finisce all’estero (ma per il San Daniele Dop la propensione all’export è inferiore al 15% su un totale di 2,6 milioni di prosciutti), si comprende l’utilità di uno strumento come la programmazione produttiva che può, alla luce di quanto già sperimentato dai formaggi come Grana Padano e Parmigiano Reggiano, orientare l’offerta alla domanda, evitando così di rompere quel sottile equilibrio del mercato interno che nel passato ha condotto a situazioni di crisi anche pesanti per le imprese di produzione.



Senza contare gli impatti che poi si riversano su tutta la filiera: non bisogna infatti dimenticare come prosciutti e salumi Dop utilizzano quasi il 70% sui suini macellati in Italia mentre i formaggi Dop assorbono la metà del latte vaccino prodotto nel nostro Paese.

La programmazione produttiva rappresenta l’ultimo – in ordine di tempo - degli interventi normativi che l’Unione Europea ha introdotto per aiutare i produttori comunitari a migliorare la qualità delle proprie produzioni agroalimentari.

Una politica che, iniziata nel 1992 con il Regolamento CE 2081 istitutivo delle Dop e Igp, viene continuamente “aggiornata” sulla base dei cambiamenti in atto nello scenario di riferimento per le imprese.

Un bilancio degli ultimi dieci anni sugli effetti di tale politica rende conto di come tali provvedimenti normativi abbiano indubbiamente modificato la fisionomia dell’agricoltura europea: in appena dodici anni si è passati da poco più di 600 prodotti Dop e Igp ad oltre 1.100, arrivando a generare un fatturato a livello europeo di quasi 16 miliardi di euro.

In questa “gara alla registrazione” l’Italia ha corso più velocemente di tutti, portando ad iscrivere oggiAggiungi un appuntamento per oggi nel registro comunitario più di 250 prodotti. Rispetto al 2000, la crescita è pari al 133%! Ma l’incremento non è solo sulla carta: oggiAggiungi un appuntamento per oggi queste denominazioni esprimono un valore alla produzione di circa 6,5 miliardi di euro contro i 3,8 miliardi di inizio secolo e possono vantare una compagine di 6.800 imprese di trasformazione contro le 3.200 del 2000 nonché un export di 1,9 miliardi contro i 950 milioni dello stesso anno.

Ed è proprio sul fronte delle esportazioni che si gioca la partita più importante per lo sviluppo di questi prodotti.

Alla luce della pesante crisi in atto sul mercato interno e delle opportunità sui mercati extra-Ue generate dalla crescita del benessere che sta interessando larghe fasce della popolazione di questi paesi, l’export rappresenta un percorso prioritario per le imprese dei prodotti Dop e Igp italiani.

Purtroppo però il sentiero sembra essere costellato da molti ostacoli. Uno di questi riguarda l’annoso problema legato all’imitazione e contraffazione per il quale Denis Pantini, Responsabile Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma, ricorda come “i prodotti Dop/Igp italiani trovano spesso barriere all’entrata nei mercati extra-UE determinate da marchi commerciali registrati ed evocativi della denominazione. I mercati UE pesano per quasi il 33% sul valore dell’export dei prodotti Dop/Igp italiani. Per questo dopo i tentativi infruttuosi in sede WTO si sta riconsiderando l’ipotesi della “short list” da inserire in appositi accordi bilaterali”. Sempre per Pantini “questa non è una cattiva idea visto che i prodotti Dop/Igp italiani che vantano un export extra UE superiore al 5% del proprio fatturato (e per un valore “significativo” e cioè superiore ai 10 milioni di Euro) ammontano a circa una decina”.

Senza per questo dimenticare come rimangano strategici gli interventi sull’organizzazione produttiva e commerciale delle imprese nonché le politiche sulla promozione e informazione rivolte al consumatore sui prodotti e sui loghi Dop/Igp, volte a favorire – in particolare per le denominazioni “più piccole” – la penetrazione sui mercati esteri, per le quali più che la tutela è infatti la capacità di vendere fuori dall’Italia la priorità più pressante.



Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Leggi articoli simili
Elisabetta Gnudi Angelini entra in network Duca di Salaparuta
Nuovo riconoscimento al Colle Baio: è fascetta d’oro alla Selezione Spumanti Primavera del Prosecco Superiore
The Wine Group diventa partner di Gancia
toscana (siena) montalcino
Brunello: A Montalcino si Chiude una Vendemmia Eccellente
I primi 150 anni della Martini & Rossi
L’OLIO SOLE DI CAJANI SI AGGIUDICA IL 15° ORCIOLO D’ORO
Efsa inaugurata con Balduzzi nuova sede a Parma Agenzia Sicurezza Alimentare festeggia dieci anni di vita
Istituto Grappa e battaglia su aumento accise alcolici
NASCE LA GUIDA PER I GRAPPATURISTIAlla Scoperta Delle Valli della Grappa in Trentino
Il Brunello Riserva 2006 di Poggio di Sotto miglior vino dellanno per lEspresso
Prenota Degustazioni
Cerca il tuo vino
per territorio, caratteristiche e prezzo

Aziende Vinicole

ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News Wine
Le Manzane Natale 2017: il Prosecco Docg che aiuta i disabili
Enartis presenta Zenith: la rivoluzione nella stabilizzazione del vino
CONSORZIO VINO NOBILE DI MONTEPULCIANOPiero di Betto nominato Presidente
SILVER COCKTAIL BRANDIMARTEAlla Loggia di Piazzale Michelangelo 92esima edizione di Pitti Immagine Uomo
MARGHERITA PELLEGRINI CANTINIERE DELLANNOConsorzio Vino Nobile di Montepulciano
Wine World
TOP WINE DALLARGENTINADa oggi in Italia su buenowine.com
OFFERTA VINI INTERNAZIONALIPromozione BuenoWine
LA PREGIATA UVA MALBECUn vitigno importante con spiccate caratteristiche
VINI UNICIBueno Wine seleziona i migliori vini dal mondo
I VINI ARGENTINI CRESCONO E si fanno apprezzare nel mondo
Le cantine
#BEVISORDO A COLLISIONIIl 13 Luglio 2017
SORDO VINIGrande successo per levento I Fantastici 8 Cru di barolo 2013
CANTINE LA PERGOLA: da Moniga del Garda (BS) la sfida bio di un nuovo brand da 300 mila bottiglie
ROSE 2012 DI BARONE PIZZINIMiglior metodo classico Bio dItalia
 DI KANDINSKY LA LIMITED EDITION DE LA GROLA 2013 DI ALLEGRINIIl Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo al Vinitaly per la presentazione ufficiale
Enologo e agronomo
Passaporto genetico dei principali vitigni autoctoni Italia
In breve:Vino In Purezza
Roberto Cipresso
Luca DAttoma
Asso Enologi
Salute e benessere
UVA DENTRO E FUORI LA SPAAlto Adige. Autunno in bellezza con i trattamenti all’uva di Terme Merano
VINO E BENESSERETutto il buono del vino
VINO & SALUTELassociazione che promuove la ricerca scientifica sugli effetti benefici del vino.
Piante Resistenti a Malattie Fungine: Meno Anticrittogamici in Vigna
Solo in Ottobre: l’Uva Fresca di Vendemmia   SCOPRI LOFFERTA
Wine style
CANTINE ENOTECHE E VINERIECome risparmiare con la tipografia online
VACANZA ENOGASTRONOMIA IN UMBRIAWine Break destate a Torgiano
CONCORSO FOTOGRAFICO PIACENZA DOROLeccellenza in uno scatto
A SPASSO PER ROMAGirovagando con gusto
INTERVISTA A ALESSANDRA CONFORTIL’importanza della comunicazione nel settore vitivinicolo
Guide
PRESENTATA A BERGAMO LA NUOVA GUIDA ORO I VINI DI VERONELLILa nuova edizione della guida Oro
TUTTE LE NOVIT DELLA GUIDA ORO I VINI DI VERONELLI 2016A Siena svelati i prestigiosi Sole
I SUPER TRE STELLE 2016 PREMIATI DALLA GUIDA ORO I VINI DI VERONELLIEcco i vini
LA GUIDA SUL LAMBRUSCO86 schede con i migliori vini le analisi sensoriali immagini e dati tecnici di produzione
Slow Food presenta: Il Vino Quotidiano
Fiere & eventi
Nuovo Curatore per la Guida Oro VeronelliAndrea Alpi Responsabile Formazione
Fieragricola Enovitis in Campo fa già il Pieno di IscrizioniGrande Partecipazione ai Convegni
Main Event Cocktail Show alla sua terza edizione stupisce ancoraAl via la seconda giornata di Food&Wine in Progress
MAIN EVENT COCKTAIL SHOWIn occasione di Food&Wine in Progress a Firenze Stazione Leopolda
ORTE IN CANTINAPercorso itinerante tra specialità locali e vini di qualità
Ristoranti
RISTORANTE AL CAPITELLOL’eccellenza dai sapori naturali
A FIRENZE CUCINA ETRUSCADai lampascioni al garum
OSTERIA DE LORTOLANORicercatezza delle Materie Prime e Alta Qualità a Due Passi dal Duomo
TAVERNA ANGELICAAutenticità e Cortesia nel Cuore di Roma
TRANI LA CENA DEI COLORILa primavera servita a tavola
Compro e vendo
VENDESI Azienda Gaiole in Chianti
VENDESI Azienda agricola Montepulciano - COD. PPEI000053
VENDESI Azienda agricola Montepulciano - COD. CSDT000345
VENDESI Azienda agricola Montepulciano - COD. RPDT000448
VENDESI Azienda agricola Grosseto - COD. RSDT000473
Il ricettario
PASTA FRESCA ALLE ROSOLINE DI CAMPOPerfetto abbinamento con Prosecco Superiore DOCG
BISTECCA ALLA FIORENTINA E CHIANTIUno dei piatti più famosi al mondo unito ad un grande vino
VIN BRULEPreparazione e Storia
Torta Ubriaca con Cioccolata e Vino Rosso
Orzotto con pere e radicchio rosso affogato al Vino Rosso
Arte Wine
A Firenze il Chianti Classico Colle Beretoe l’EnoArte di Elisabetta Rogai brindano alla tecnologia della nuova Classe A della GMG Mercedes
ELISABETTA ROGAI A MILANORassegna Cibum Nostrum
ENOARTE E LA PUGLIAAl Gourmettino l’Osteria Contemporanea di Domenico Cilenti
QUATTRO VINI DI SIENA PER ELISABETTA ROGAIL’artista fiorentina dipinge anche con il vino del territorio senese il Drappellone del Palio dell’Assunta
DIPINGERE COL VINO?Adesso è un film-documentario su Arianna Greco
Enoteche
ENOTECA PROVINCIALE DEL TRENTINODegustazione di vini salumi e formaggi
ENOTECA VINCANTO MilanoZuppa di cipolle di Isabella
ENOTECA PALAZZO PICCOLOMINI SIENANel 1987 ho ideato a Siena Le Bollicine primo bar à vin della città del Palio.
ENOTECA REGIONALE EMILIA ROMAGNAdal 1970 per difendere i vini del territorio Emiliano
ENOTECHE ITALIANE IN RETEComunicazione tra le enoteche italiane i produttori di vino ed il numeroso pubblico di internet.
Vini Italiani
NOCCHINO E FOGLIA TONDA DI PODERE EMAUn viaggio fra i sapori della Toscana
IL SOLE DEI TEMPIDa Massucco un vino da provare
IL VINO PI PREZIOSODalle Cantine Ravazzi agli amanti del buon vino
DIVINITYTutto il prestigio delle bollicine
IL BAROLOUn Nettare che Arriva dal Nebbiolo
Non solo vino
FENIMPRESE FIRENZE ADOTTA LA PIATTAFORMA DIGITALE FENPLACEPiattaforma digitale di comunicazione
RINASCE CON LA TERZA GENERAZIONE IL MARCHIO BRANDIMARTEGrazie alla nipote Bianca Guscelli
ACETO BALSAMICO DEL DUCA CELEBRA I 125 ANNI DI STORIABottiglia limited edition dal logo in lamina doro
RIVIERA GINDalla Romagna il primo e unico gin italiano prodotto con distillato di vino
FIRENZE ALLA SCOPERTA DEI SAPORI DELLA PUGLIAVenerdì 10 giugno al Ristorante Tosca