The wine italia, il nuovo modo di conoscere il vino. Testata giornalistica in corso di registrazione. Direttore Responsabile Alessandra Conforti. TheWineItalia è un prodotto "Web Mouse Consulting Srl" Strada di Rovereta 42, 47891 Falciano (RSM), e-mail info@thewineitalia.com
Strip Sinistra
Strip Destra
NEWS WINE
Condividi nei social network   

A Buenos Aires e' l'ora dello 'slow food' Tutti a fiera 'Masticar', 'il ben mangiare fa bene'


pubblicato il 22/11/2012 15:06:50 nella sezione "News Wine"


A Buenos Aires e lora dello slow food Tutti a fiera Masticar il ben mangiare fa bene
(di Javier Fernandez)

BUENOS AIRES - Il gusto del cosiddetto "slow food", nonché della tradizione gastronomica che non ignora lo sperimentalismo, è ormai di casa anche a Buenos Aires, dove è stata organizzata la prima edizione di "Masticar", iniziativa a metà fra la pedagogia culinaria e la fiera artigianale, chiusa qualche giorno fa con unostrepitoso successo di pubblico e di critica. L'idea del progetto 'Masticare' è venuta a un gruppo di cuochi argentini, alcuni dei quali lavorano nei ristoranti più prestigiosi della capitale -nota in tutta l'America Latina per il numero e la varietà dei suoi ristoranti-. Il gruppo dei 'cocineros' del Rio de la Plata ha fondato la Associazione di Cuochi ed Imprenditori Legati alla Gastronomia Argentina, più frequentemente citata come 'Acelga', che in spagnolo vuol dire bietola.

Per la prima edizione di "Masticar", Acelga ha quindi scelto come slogan "il ben mangiare fa bene", ponendosi come obiettivo fare sì che il cittadino medio "scopra la ricchezza e la varietà dei prodotti argentini e delle nostre tradizioni culinarie e prenda coscienza del valore della cucina fatta in casa e dei prodotti freschi e di stagione". Senza dimenticare allo stesso tempo l'importanza del poter "provare i piatti più rinomati dei nostri migliori ristoranti a un prezzo accessibile e imparare dai nostri cuochi più famosi".

E infatti, pagando un biglietto di 30 pesos (poco meno di 5 euro), i visitatori di "Masticar" hanno potuto assaggaire non solo piatti prelibati (anch'essi a prezzi scontati, i più cari meno di 7 euro), ma anche a improvvisati corsi di cucina, workshop gastronomici e un mercatino di prodotti tipici delle diverse regioni del paese, dal profondo nord confinante con la Bolivia alla Patagonia. Le proposte disponibili riflettevano l'identità della cucina argentina, un mix di tradizione europee -anzitutto italiane e spagnole, ma non solo- e ingredienti e piatti indigeni, adattati nei due secoli di storia del paese da una popolazione di immigrati che non ha tardato molto a condividere il meglio della gastronomia che ognuno ha portato con sé nel Nuovo Mondo.

Così La Cabrera, tra le migliori "parrillas" (ristoranti di carne alla griglia) di Buenos Aires, ha distribuito a centinaia di esemplari il "choripan", forse il più argentino dei panini: una salsiccia di manzo e spezie in mezzo a un pane rotondo, accompagnato dal non meno tradizionale "chimuchurri", salsa di verdure conservate in aceto e spezie. Molto buona e parecchio piccante. Per chi cercava l'inevitabile opzione light, Kensho proponeva una serie di "wraps croccanti" rigorosamente vegetariani -particolarmente gustoso quello con patate, limoni verdi, pomodori secchi e formaggio agli anacardi- mentre i nostalgici del Bel Paese avevano la scelta fra le penne rigate al pomodoro fresco di Italpast e le fettuccine fatte in casa di Cucina Paradiso.

Ostriche della Patagonia -con tabasco e limone, o con champagne e crema- ma anche salsicce tedesche con senape e crauti, un rinfrescante gazpacho al modo andaluso ma anche panini di cotoletta alla milanese in focaccia (con rughetta, pomodori brasati e senape), o se si preferiva panini di pollo organico allo spiedo in pane arabo, con yogurt, menta e spezie… il menu era davvero esteso. Per chi volesse andare al di là della semplice, anche se deliziosa, degustazione, c'erano i corsi e i workshop, dettati da alcuni dei cuochi argentini più rinomati: frenetici sibariti prendevano appunti per riprodurre a casa loro ricette come quella del risotto con broccoli, spinaci e gorgonzola, mentre uno stuolo di signore di mezza età facevano capannello intorno al corso sulle torte argentine tradizionali.

Prima di partire per una meritata siesta di digestione, i visitatori di "Masticar" potevano passare dal mercatino, per comprare (e qui, però, i prezzi erano un po' più alti) pinoli della regione di Entre Rios o asparagi verdi della localita' di Pilar, agnello della Patagonia o il mitico "dulce de leche" -crema di latte caramelizzato- artigianale, buono per riempire crepes e meringhe, in un'esplosione calorica senza ritegno. Le migliaia di persone che hanno visitato e apprezzato l'iniziativa -nelle ore prima dell'apertura c'era un fila lunga oltre 400 metri- hanno assicurato il successo dell'iniziativa e la probabile riedizione, mentre la stampa locale segnalava come questo tipo di manifestazione dimostra non solo la presenza di una migliore offerta gastronomica nel paese, ma anche una evoluzione nelle abitudini di consumo.

Il quotidiano La Nacion ha per esempio indicato che "Masticar" è "il frutto di una maturità, non solo della gastronomia argentina ma anche del pubblico, ogni volta più interessato a trovare proposte sane, saporite e variate, che capisce che mangiare bene c'entra meno con la macrobiotica e più con il fatto in casa, con la varietà, con ciò che è buono per il nostro corpo perché è buono per il nostro palato".

(Fonte ANSA)
Website:www.ansa.it
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Leggi articoli simili
La Banca del vino e del tempo
A volte basta un gesto piccolo...come un tappo!
IL VINO FA MALE?DallInghilterra una nuova ricerca
Consorzio Brunello di Montalcino Querela Gianfranco Soldera
Quando il panettone si sforna dietro le sbarre
COMUNICAZIONE SOCIAL NETWORK E COMMERCELa rivoluzione del #Vinodigitale passa da qui
Tutti in Cantina per Benvenuta Vendemmia
Catania: per Made in Italy Importante Collaborazione con Grande Distribuzione
Aperte le iscrizioni alla Selezione dei Vini di Toscana 2012
La Regione Italiana a Produrre Più Vino? E Il Veneto
Prenota Degustazioni
Cerca il tuo vino
per territorio, caratteristiche e prezzo

Aziende Vinicole

ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News Wine
Le Manzane Natale 2017: il Prosecco Docg che aiuta i disabili
Enartis presenta Zenith: la rivoluzione nella stabilizzazione del vino
CONSORZIO VINO NOBILE DI MONTEPULCIANOPiero di Betto nominato Presidente
SILVER COCKTAIL BRANDIMARTEAlla Loggia di Piazzale Michelangelo 92esima edizione di Pitti Immagine Uomo
MARGHERITA PELLEGRINI CANTINIERE DELLANNOConsorzio Vino Nobile di Montepulciano
Wine World
TOP WINE DALLARGENTINADa oggi in Italia su buenowine.com
OFFERTA VINI INTERNAZIONALIPromozione BuenoWine
LA PREGIATA UVA MALBECUn vitigno importante con spiccate caratteristiche
VINI UNICIBueno Wine seleziona i migliori vini dal mondo
I VINI ARGENTINI CRESCONO E si fanno apprezzare nel mondo
Le cantine
#BEVISORDO A COLLISIONIIl 13 Luglio 2017
SORDO VINIGrande successo per levento I Fantastici 8 Cru di barolo 2013
CANTINE LA PERGOLA: da Moniga del Garda (BS) la sfida bio di un nuovo brand da 300 mila bottiglie
ROSE 2012 DI BARONE PIZZINIMiglior metodo classico Bio dItalia
 DI KANDINSKY LA LIMITED EDITION DE LA GROLA 2013 DI ALLEGRINIIl Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo al Vinitaly per la presentazione ufficiale
Enologo e agronomo
Passaporto genetico dei principali vitigni autoctoni Italia
In breve:Vino In Purezza
Roberto Cipresso
Luca DAttoma
Asso Enologi
Salute e benessere
UVA DENTRO E FUORI LA SPAAlto Adige. Autunno in bellezza con i trattamenti all’uva di Terme Merano
VINO E BENESSERETutto il buono del vino
VINO & SALUTELassociazione che promuove la ricerca scientifica sugli effetti benefici del vino.
Piante Resistenti a Malattie Fungine: Meno Anticrittogamici in Vigna
Solo in Ottobre: l’Uva Fresca di Vendemmia   SCOPRI LOFFERTA
Wine style
CANTINE ENOTECHE E VINERIECome risparmiare con la tipografia online
VACANZA ENOGASTRONOMIA IN UMBRIAWine Break destate a Torgiano
CONCORSO FOTOGRAFICO PIACENZA DOROLeccellenza in uno scatto
A SPASSO PER ROMAGirovagando con gusto
INTERVISTA A ALESSANDRA CONFORTIL’importanza della comunicazione nel settore vitivinicolo
Guide
PRESENTATA A BERGAMO LA NUOVA GUIDA ORO I VINI DI VERONELLILa nuova edizione della guida Oro
TUTTE LE NOVIT DELLA GUIDA ORO I VINI DI VERONELLI 2016A Siena svelati i prestigiosi Sole
I SUPER TRE STELLE 2016 PREMIATI DALLA GUIDA ORO I VINI DI VERONELLIEcco i vini
LA GUIDA SUL LAMBRUSCO86 schede con i migliori vini le analisi sensoriali immagini e dati tecnici di produzione
Slow Food presenta: Il Vino Quotidiano
Fiere & eventi
Fieragricola Enovitis in Campo fa già il Pieno di IscrizioniGrande Partecipazione ai Convegni
Main Event Cocktail Show alla sua terza edizione stupisce ancoraAl via la seconda giornata di Food&Wine in Progress
MAIN EVENT COCKTAIL SHOWIn occasione di Food&Wine in Progress a Firenze Stazione Leopolda
ORTE IN CANTINAPercorso itinerante tra specialità locali e vini di qualità
FOOD AND WINE IN PROGRESSAlla Stazione Leopolda la Terza Edizione
Ristoranti
RISTORANTE AL CAPITELLOL’eccellenza dai sapori naturali
A FIRENZE CUCINA ETRUSCADai lampascioni al garum
OSTERIA DE LORTOLANORicercatezza delle Materie Prime e Alta Qualità a Due Passi dal Duomo
TAVERNA ANGELICAAutenticità e Cortesia nel Cuore di Roma
TRANI LA CENA DEI COLORILa primavera servita a tavola
Compro e vendo
VENDESI Azienda Gaiole in Chianti
VENDESI Azienda agricola Montepulciano - COD. PPEI000053
VENDESI Azienda agricola Montepulciano - COD. CSDT000345
VENDESI Azienda agricola Montepulciano - COD. RPDT000448
VENDESI Azienda agricola Grosseto - COD. RSDT000473
Il ricettario
PASTA FRESCA ALLE ROSOLINE DI CAMPOPerfetto abbinamento con Prosecco Superiore DOCG
BISTECCA ALLA FIORENTINA E CHIANTIUno dei piatti più famosi al mondo unito ad un grande vino
VIN BRULEPreparazione e Storia
Torta Ubriaca con Cioccolata e Vino Rosso
Orzotto con pere e radicchio rosso affogato al Vino Rosso
Arte Wine
A Firenze il Chianti Classico Colle Beretoe l’EnoArte di Elisabetta Rogai brindano alla tecnologia della nuova Classe A della GMG Mercedes
ELISABETTA ROGAI A MILANORassegna Cibum Nostrum
ENOARTE E LA PUGLIAAl Gourmettino l’Osteria Contemporanea di Domenico Cilenti
QUATTRO VINI DI SIENA PER ELISABETTA ROGAIL’artista fiorentina dipinge anche con il vino del territorio senese il Drappellone del Palio dell’Assunta
DIPINGERE COL VINO?Adesso è un film-documentario su Arianna Greco
Enoteche
ENOTECA PROVINCIALE DEL TRENTINODegustazione di vini salumi e formaggi
ENOTECA VINCANTO MilanoZuppa di cipolle di Isabella
ENOTECA PALAZZO PICCOLOMINI SIENANel 1987 ho ideato a Siena Le Bollicine primo bar à vin della città del Palio.
ENOTECA REGIONALE EMILIA ROMAGNAdal 1970 per difendere i vini del territorio Emiliano
ENOTECHE ITALIANE IN RETEComunicazione tra le enoteche italiane i produttori di vino ed il numeroso pubblico di internet.
Vini Italiani
NOCCHINO E FOGLIA TONDA DI PODERE EMAUn viaggio fra i sapori della Toscana
IL SOLE DEI TEMPIDa Massucco un vino da provare
IL VINO PI PREZIOSODalle Cantine Ravazzi agli amanti del buon vino
DIVINITYTutto il prestigio delle bollicine
IL BAROLOUn Nettare che Arriva dal Nebbiolo
Non solo vino
FENIMPRESE FIRENZE ADOTTA LA PIATTAFORMA DIGITALE FENPLACEPiattaforma digitale di comunicazione
RINASCE CON LA TERZA GENERAZIONE IL MARCHIO BRANDIMARTEGrazie alla nipote Bianca Guscelli
ACETO BALSAMICO DEL DUCA CELEBRA I 125 ANNI DI STORIABottiglia limited edition dal logo in lamina doro
RIVIERA GINDalla Romagna il primo e unico gin italiano prodotto con distillato di vino
FIRENZE ALLA SCOPERTA DEI SAPORI DELLA PUGLIAVenerdì 10 giugno al Ristorante Tosca