The wine - la rivista sul mondo del vino
Per la 1/ma volta in Italia Simposio dei Master of Wine
pubblicato il 07/06/2013 10:57:05
Provengono da 28 Paesi e sono i 'guru' mondiali del vino, gli opinion leader che fanno il mercato. Sono i 304 Masters of Wine e il prossimo anno saranno per la prima volta in Italia. Dal 15 al 18 maggio 2014, Firenze ospitera' (in linea con Bordeaux, Napa Valley, e Oxford) l'8/o Simposio mondiale del vino dell'Institute of Masters of Wine, grazie alla collaborazione con l'Istituto Grandi Marchi che comprende le 19 aziende icona dell'enologia made in Italy (Alois Lageder, Argiolas, Biondi Santi Greppo, Ca' del Bosco, Michele Chiarlo, Carpenè Malvolti, Donnafugata, Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute, Gaja, Jermann, Lungarotti, Masi, Marchesi Antinori, Mastroberardino, Pio Cesare, Rivera, Tasca D'Almerita, Tenuta San Guido, Umani Ronchi) che insieme raggiungono i 500 milioni di euro di cui il 60% realizzato all'estero, con un'incidenza del 6,5% sul valore complessivo dell'export nazionale.

A 60 anni dalla nascita (in Inghilterra), la più esclusiva compagine enologica al mondo, sceglie 'Identità, innovazione e immaginazione' come parole chiave del simposio quadriennale.

"L'Italia oggi non può essere solo una superpotenza produttiva del vino - ha detto il presidente dei Grandi Marchi, Piero Antinori - ma deve affermarsi maggiormente anche come opinion leader del settore. I Masters of Wine lo sono''. ''Sincero apprezzamento per questo evento e per tutto il lavoro dell'Istituto del Vino Grandi Marchi che permette alle eccellenze del nostro Made in Italy enologico di essere valorizzate a livello internazionale'' e' stato espresso dal ministro delle Politiche agricole Nunzia De Girolamo in un messaggio. Per l'Italia, ha concluso Giancarlo Voglino, ''e' l'occasione importante per entrare nella cabina di regia''...

Fonte leggi tutto articolo
>