The wine - la rivista sul mondo del vino
VESUVIO DIVINO
Un omaggio artistico di Gennaro Regina
che Celebra gli Eventi del Vino a Napoli

pubblicato il 22/05/2014 21:04:22
Il vino è grande protagonista a Napoli. Invade la città, entra nei vicoli, nelle chiese, nelle gallerie d'arte fino ad arrivare al Castel dell'Ovo. Con due grandi eventi legati al vino Wine&Thecity prima (20-24 maggio) e Vitignoitalia poi (8-10 giugno ) Napoli si conferma capitale del buon bere. Ecco perchè Gennaro Regina, artista partenopeo, rende omaggio alla sua terra e agli eventi legano al vino con un quadro unico: "Vesuvio divino". Sullo sfondo i colori e le suggestioni del cielo di Napoli, in primo piano il Vesuvio, simbolo tanto caro all'artista, e i simboli del vino per eccellenza ad arricchire di originalità il quadro: il bicchiere che versa vino e le due bottiglie a simboleggiare la costa ed il Castel dell'Ovo. Il quadro è stato realizzato in un'unica copia della quale poi l'artista ne ha stampate su carta 1000 riproduzioni.

Gennaro Regina, napoletano, classe 1965, è l’emblema del vero imprenditore creativo che sa stare al passo con i tempi e riconvertirsi, se necessario. La sua carriere artistica inizia per hobby, poi dieci anni fa ha cominciato a vendere le sue opere. Le tele di Regina, nelle quali c’è un uso quasi eccessivo dei colori, hanno come tema ricorrente il Vesuvio utilizzato come mezzo di comunicazione attraverso il quale a volte l'artista descrive le bellezze e le tradizioni della nostra terra, a volte diventa strumento di protesta e rabbia. Nelle sue opere non mancano mai all’appello gli elementi naturali: c’è l’acqua, rappresentata dal mare, c’è la terra fatta di coste, montagne e isole, c’è l’aria, il cielo azzurro di Napoli e c’è il fuoco riprodotto sotto forma di lava. In questo momento l'artista già da un mese è in mostra a Ginevra con ''La Terra dei Fuochi", con il patrocinio della Regione Campania, in collaborazione dell'Associazione Cultura Italia e la partecipazione del Consolato.
Votage Pittoresque Factory. Corso Vittorio Emanuele, 682
>