The wine - la rivista sul mondo del vino
Slow Wine 2013
pubblicato il 21/10/2012 22:23:51
La nostra associazione è nata nel vino, immersa in quel mosto che l’ha rinvigorita e l’ha fatta crescere talmente tanto che per un attimo (che ad alcuni è parso tremendamente lungo) si è temuto potesse trasformarsi in un semplice orpello. Quattro anni fa si abbandonava, coraggiosamente, la collaborazione con una guida leader di mercato per iniziare qualcosa di nuovo. Una scelta temeraria, forse arrischiata, ma necessaria. Slow Food da anni predicava il buono, pulito e giusto, e occuparsi in una delle sue pubblicazioni chiave esclusivamente del primo aspetto rischiava di far perdere al nostro movimento la sua forza propulsiva.

Slow Wine invece propone una nuova metodologia, un nuovo approccio critico alla produzione enologica e il coinvolgimento di nuovi scrittori del vino che sono espressione dell’associazione su tutto il territorio nazionale. Ma soprattutto si arriva a Slow Wine forti della profonda riflessione sul rapporto tra l’uomo e la terra scaturita dall’esperienza di Terra Madre ed è nata una guida che al proprio centro non ha solo la bontà dei vini, ma che parla di chi li realizza e di come vengono prodotti, di vigneti e di suoli, di naturalità e di agronomia, di vitigni e di metodi di di coltivazione di un futuro sostenibile. La rete di Terra Madre ci ha aiutato a capire ancora meglio l’importanza del lavoro nei campi e nelle vigne, ci ha fatto comprendere quanto di fronte a una situazione critica per il pianeta questi produttori sappiano mettere a disposizione un bagaglio di conoscenze e di lavoro in armonia con il proprio territorio, il cui valore è insostituibile.

Ora Slow Wine è giunta alla terza edizione, con oltre 1900 cantine visitate e giudicate da oltre 200 collaboratori provenienti da tutta Italia. La guida dei vini di Slow Food segnala le bottiglie più valide dal punto di vista organolettico, dell’aderenza territoriale e del rapporto tra la qualità e il prezzo e, spingendosi con coraggio su un terreno ancora in buona parte inesplorato, valuta il lavoro delle aziende anche in base alla loro sensibilità ambientale e alle pratiche viticole ecologicamente sostenibili.

Domenica 28 ottobre, presso la Rampa Nord del Lingotto, dalle ore 15 si terrà la più grande e ricca degustazione di vino mai realizzata in Italia con oltre 550 aziende che presenteranno più di 1000 etichette.

Gli appassionati avranno la possibilità di conoscere personalmente le oltre 170 cantine che avranno ricevuto il riconoscimento della Chiocciola, oltre alle 200 aziende con la Bottiglia e altrettante con la Moneta. I 4 piani della Rampa Nord accoglieranno tutti i Grandi Vini, i Vini Slow e quelli Quotidiani segnalati nell’edizione 2013 di Slow Wine.

Una selezione da sogno assolutamente da non perdere!
>