The wine - la rivista sul mondo del vino
Riforma Pac in vigore solo dal 2015
pubblicato il 16/01/2013 10:20:14
BRUXELLES - La politica agricola europea riformata non potrà entrare in vigore prima del 2015, anche se i capi di stato e di governo raggiungeranno un'intesa sul bilancio 2014-2020 al vertice europeo del 7 e 8 febbraio, e anche se i ministri dell'agricoltura troveranno un compromesso sulla Pac alla fine giugno, come auspica la neopresidenza irlandese dell'Ue. Ciò necessita l'introduzione di misure transitorie per il 2014, in modo da garantire la continuità degli aiuti ai produttori europei.

E' il quadro emerso dai lavori del Comitato speciale agricoltura che ha riunito i rappresentanti dei 27 Stati membri, in preparazione del Consiglio dei ministri dell'agricoltura che si riunirà il 28 gennaio a Bruxelles. Insomma, nel 2014 la Pac potrebbe avere un nuovo bilancio ma continuerà ad operare con le vecchie regole. In concreto, la Commissione Ue prevede, secondo quanto si apprende, di prorogare per il 2014 i regimi dei pagamenti diretti ai singoli produttori agricoli. In questo caso non dovrebbero essere modificate Ue regole sulla convergenza degli aiuti Ue all'interno dello stesso Paese che tanto preoccupa l'Italia.

Sui fondi per lo sviluppo rurale poi, Bruxelles è propensa a prorogare solo i programmi esistenti, ad esempio le misure agro-ambientali, mentre vorrebbe vedere subito introdotti i nuovi strumenti anti-crisi previsti riforma.

(Fonte ANSA)
>