The wine - la rivista sul mondo del vino
Omaggio ai Biscottini di Prato con Vermouth Bianco
pubblicato il 13/02/2013 10:51:02
Il biscotto di Prato sarà coprotagonista insieme al Vermouth Bianco, venerdì 15 febbraio, in un evento promosso e organizzato dall'assessorato alle Attività Produttive del Comune di Prato - in collaborazione con le associazioni di categoria - che si terrà presso il Museo del Tessuto.Un evento che ha già registrato il tutto esaurito.

Dopo i saluti istituzionali dell'Assessore alle Attività Produttive del Comune di Prato Roberto Caverni e della curatrice e conservatrice del Museo del Tessuto Daniela Degl'Innocenti, la parola passeràdi alla storica dell'arte Nadia Bastogi, per proseguire poi con Elisabetta Pandolfini, erede della famiglia che lega il suo nome indissolubilmente al biscottificio 'Mattonella'. Interverrano poi il presidente del Consorzio Pasticceri Pratesi e Vice Presidente del Consorzio di Valorizzazione dei Biscotti di Prato Massimo Peruzzi e Cristina Pagliai, Fabio Goti dell'Opificio Alla Gusteria Nunquam, unico produttore a Prato del Vermouth Bianco, secondo l'antica ricetta del 1750 a base di vino bianco toscano, erbe aromatiche e spezie. Il tutto alla presenza di alcuni pasticcieri del Consorzio di Valorizzazione del Biscotto di Prato.

Una testimonianza che non poteva mancare, quella di Umberto Mannucci, esperto e storico di gastronomia del territorio, insignito del titolo onorifico di Cavaliere del Biscotto di Prato come riconoscimento di merito per l'impegno profuso nella riscoperta e valorizzazione della tradizione dolciaria pratese. Inevitabile poi un richiamo alla moda, in omaggio alla location che ospiterà l'evento: sfilerà un abito, tutto da mangiare, realizzato con i biscottini di Prato dalla Scuola di Moda Oltremari Loretta di Sonia Staccioli & Cristina Dellabella, che ha sede in Piazza Lippi.

L'incontro si concluderàcon un assaggio di biscottini offerti dal Consorzio di Valorizzazione dei Biscotti di Prato e di Vermouth Bianco offerto dall'Opificio Alla Gusteria Nunquam.
>